Corvino: “Jovetic era una mia idea per fare un favore alla Fiorentina. L’Inter ha fatto saltare tutto. Ho l’abito viola cucito addosso”

Un mese di mercato e tante parole, il direttore generale dell’area tecnica della Fiorentina, Pantaleo Corvino è un fiume in piena: “Questa società ha avuto nelle ultime due stagioni una gravissima perdita finanziaria da 40 milioni di euro complessiva. Questa perdita può essere snellita e abbattuta tenendo conto delle due stagioni precedenti ma dovevamo rientrare dentro i limiti imposti dal fair play finanziario, perché non essere dentro potevamo subire sanzioni, anche gravi. Ma vi assicuro che abbiamo detto no a tanti milioni di euro per tanti calciatori e questo è stato un grosso sforzo da parte della nostra proprietà. Siamo stati coerenti con quanto preannunciato. Jovetic era una mia idea condivisa con l’allenatore. Lo abbiamo cercato di prendere non per fare un favore a qualcuno, ma per fare un favore alla Fiorentina. Ho sempre detto che non era facile arrivare in fondo, all’ultimo momento l’Inter ci ha detto che, per volontà della proprietà, Jovetic non era più cedibile. Da ora in avanti ripartiamo con una squadra competitiva, con un allenatore motivato e con una Fiorentina forte sotto tutti i punti di vista. Per competitiva intendo avere una squadra che possa avere dei valori importanti e che possa sopperire col lavoro alla differenza tecnica con formazioni ancora più forti. Ma io sono un sognatore e mi sento cucito addosso l’abito viola”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. Ahahahahahahhhaahahahahah rosa competitiva!!!!! Che burlone!!!!

  2. Certo dire di no a tanti milioni e’ stato difficile…ma vede Signor Corvino almeno x me poteva vendere tutti, ma avrebbe dovuto portare qui giocatori migliori di quelli che abbiamo,poi della plus valenza e di tutte le alchimie usate per i rendiconti me ne interessa il giusto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*