Questo sito contribuisce alla audience di

Corvino: “La mia Fiorentina aveva ben otto italiani in campo, ma Brillante…questo è il mio mercato. Prandelli è talmente bravo che se fosse stato uomo di chiesa sarebbe diventato cardinale”

Corvino2Pantaleo Corvino, ora che in questo momento è ai box, riesce a parlare molto tranquillamente delle dinamiche di mercato che caratterizzano il nostro calcio: “Parliamo di razzismo e poi chiudiamo agli extracomunitari – l’intervista è del Corriere dello Sport-Stadio – e voglio aggiungere che io sono uno che stravede per il talento, da dovunque venga: e all’estero ho comprato moltissimo. Bene, la mia Fiorentina aveva otto italiani e solo tre stranieri dentro”. Corvino si esprime così sulla diatriba tra Diego Della Valle e Prandelli: “Il mio rapporto con Diego è talmente ispirato al rispetto e alla stima…per me lui dice sempre cose giuste, non sbaglia mai. Ha sempre ragione, a prescindere. Su Prandelli…ho detto che è bravo in tutto, talmente che se avesse intrapreso la carriera ecclesiastica sarebbe diventato almeno cardinale”. Infine leggiamo: “Suarez al Barça e James Rodriguez al Real? Quello è il mercato della playstation, con i soldi in mano. A me c’è un altro mercato che piace: Morata alla Juve, Sanabria alla Roma, o la Fiorentina che va a pescare il giovane australiano Brillante. Questo è il mio mercato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. comunque quella fiorentina era fortissima ! gli stranieri anche erano fortissimi frey mutu santana jovetic vargas …e comunque gilardino era un campione,avrebbe meritato di vincere qualcosa di grande quella squadra.

  2. Alin negli anni di corvino i giocatori come rossi e gomez era impensabile che arrivassero il famoso tetto ingatti era 1,8- 2 milioni

  3. Con tutti i difetti che ha è stato un grande ds,visto che molti tifosi hanno la memoria corta nei momenti d’ oro ce la giocavamo alla pari col Bayern Monaco e già allora non è che i DV mettevano milioni su milioni,GRANDE PANTALEO SFV

  4. Caro Guevara, ma che ti manca un “Che” oltre a tanto gnegnero?
    Abbi il coraggio di scrivere e di dire il tuo pensiero invece di far battute su gli altri! Sei proprio un coraggioso,di quelli con la bocca torta e lo scontento addosso. Poi, siccome io e te non si e’ mai mangiato insieme nemmeno un panino col lampredotto pensa te a trovare chi ti ascolta .

  5. Mau, un pò come te. Se non scrivi qui e chi ti ascolta ??

  6. La stoccata a Prandelli non manca mai. Per Don Diego invece, sempre parole di stima a prescindere. Ma è Don Diego che l’ha praticamente licenziato, mica Prandelli.
    Poi caro Corvino, ricorda che Nessuno dice sempre cose giuste e non sbaglia mai, nemmeno DDV. Solo il Buon Dio non sbaglia mai. Cmq nell’intervista integrale dice anche che ha nostalgia di Firenze e ci vuol tornare per mangiare il panino col lampredotto, perchè nei suoi 7 anni in Viola non ha mai avuto il tempo di farlo.

  7. 8 Italiani: PASQUAL-GAMBERINI-NATALI-CASSANI-LAZZARI-CERCI-GILARDINO-MONTOLIVO…wow…meglio…GONZALO-SAVIC-BORJA VALERO-PIZARRO-AQUILANI-CUADRADO-ROSSI-GOMEZ…2 Italiani su 8…ma almeno sai che con questi se sono al massimo te la giochi con tutti….con gli altri???….SFV!!!

  8. Stamattina si apre con le affermazioni di due figuri che se stavano zitti guadagnavano ” un tanto ” (Ferrero e Corvino) : con la differenza che uno parla perche’ altrimenti nessuno lo xacherebbe e in qualche modo ha da giustificare i soldi spesi anche se i discorsi non fanno farina, l’altro ,poveretto, ormai vive di ricordi ed illusioni e racconta la storia vista dai suoi occhi che avrebbero bisogno non di una correzione ottica,ma di una revisione ” cerebroculturalesaltativa ” ben piu’ pesante nonostante le leccate a Diego (e non ad Andrea ,tanto per mettere un po’ di astio fra i Fratelli!).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*