Corvino-Rui Costa, quanti intrecci di mercato…

Pantaleo Corvino in primo piano. Foto: Fiorentinanews.com
Pantaleo Corvino in primo piano. Foto: Fiorentinanews.com

Il viaggio di Pantaleo Corvino in Portogallo ha scaturito inevitabilmente un incontro con una leggenda della Fiorentina come Manuel Rui Costa. Detto che il motivo principale, ovvero convincere Rui Costa a trasferirsi a Firenze, è fallito, bisogna comunque aggiungere che i due hanno parlato anche di mercato perché la Fiorentina ha individuato almeno due giocatori del Benfica che possono far comodo. Uno è Filip Djuricic, già cercato dai viola nel mercato di gennaio e reduce dall’esperienza all’Anderlecht negli ultimi mesi. I belgi lo vorrebbero riscattare dal Benfica ma non sono disposti a pagare gli 8 milioni fissati con il diritto di riscatto e vorrebbero spenderne esattamente la metà. La Fiorentina cerca di inserirsi in questo contesto con la volontà di spingere Djuricic verso Firenze. Superfluo dire che il suo procuratore è Fali Ramadani. L’altro giocatore di cui Corvino ha parlato con Rui Costa è Ljubomir Fejsa, difensore classe 1988 che ha da pochi mesi rinnovato il contratto proprio con il Benfica, ma sul quale la Fiorentina sta tenendo gli occhi aperti. In alternativa c’è comune Benkovic della Dinamo Zagabria. Mentre sullo sfondo resta un altro difensore del Benfica, ovvero Lisandro Lopez. Missione portoghese particolarmente intensa per Corvino, dall’incontro con Sousa a quello con Rui Costa che ha visto i due discutere di vari argomenti e in vari ruoli e non mancano gli intrecci di mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. In questo mercato ci faremo un sacco di risate (almeno quelle). Per cercare di attenuare l’ennesimo tentativo fallito (portare Rui Costa a Firenze – tentativo velleitario) adesso forse per giustificare il viaggio si parla di intrecci di mercato!!! Ma quali intrecci se con Rui non abbiamo saputo/potuto prendere nemmeno Lisandro Lopez dopo sei mesi di trattative. Gli intrecci sono nella testa di chi sta a sentire (credendoci) a tutte le bufale di mercato di questi e dei prossimi giorni. Di sicuro ci sono due cose: 1. il mandato di ridurre il monte ingaggi e 2 intanto vendere pezzi pregiati (quelli che hanno mercato) per formare un budget per gli acquisti. Dite voi con questi presupposti cosa c’è da aspettarsi? Gabigol, si come credere che gli asini volano.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*