Questo sito contribuisce alla audience di

Corvino: “Tutto è migliorabile ma in alcuni reparti era difficile fare meglio. Il rifiuto di Gonzalo mi ha convinto della rivoluzione”

Il dg della Fiorentina, Pantaleo Corvino ha parlato in sala stampa delle basi della rifondazione messa in atto: “Abbiamo avuto più di qualche elemento che ci facesse pensare ad una rivoluzione, il primo durante la stagione scorsa, quando molti di voi ci sollecitavano su questa esigenza; il secondo quando abbiamo iniziato a pensare al futuro, volevamo ripartire da quelli che pensavamo utili in base a nostre valutazioni, per esempio se chiamo il mio capitano a scadenza, per proporgli un rinnovo a 2,7 milioni lordi, più bonus, e tale proposta non viene presa in considerazione ed anzi dà adito a pensieri polemici, allora ci siamo guardati in faccia con la proprietà e con Freitas e deciso in modo diverso. Quando pensavamo di ripartire da qualcuno, arrivava poi il procuratore di questo qualcuno che ci portava l’offerta di altri club. C’era un gruppo che aveva fatto cose importanti ma forse non aveva più motivazioni. La mia voglia di vincere? Quando lo dissi, ero convinto di poter vincere con il gruppo che c’era, che avevo cercato di difendere facendo altre cessioni ma mantenendo la rosa intatta, per poi avvertire dalla critica che forse quel gruppo era da cambiare. Questo mi ha fatto capire che per tornare a pensare e ad ambire a qualcosa era necessario ripartire con una rosa nuova. E’ vero che tanti sono voluti andare via però ce ne sono stati altri, come Sportiello, Astori, Badelj, Chiesa o Babacar che “basta” non l’hanno detto: li abbiamo apprezzati e a questi ne abbiamo aggiunti altri, da Hugo a Pezzella, un giovane come Milenkovic; ripartendo a centrocampo da Badelj, Benassi e Saponara, Veretout, che è stato campione del mondo Under 20, Eysseric che è arrivato terzo col Nizza, Gil Dias, nazionale Under 21. Non sono uno col prosciutto davanti agli occhi, so che in certi ruoli si poteva migliorare, però devo dire che in alcuni reparti si fa fatica a farlo. Abbiamo fatto quello che era possibile fare, sapendo che tutto è migliorabile: può essere un gruppo con delle basi importanti per il futuro ma questo lo diranno i risultati”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Cari ragazzi, leggo i vostri commenti e penso che non facciamo più parte della stessa tifoseria! Ma andate al d…..o! Cercatevi un’altra squadra per cui tifare, oppure la domenica usatela per stare innfamiglia! Questo vi garantirà da mille malesseri e la salute delle coronarie. Occupatevi di altre cose più utili alla crescita del vostro cervello! La lettura, ad esempio! Un buon libro migliora il bagaglio personale di grammatica … e sì, che ne avete bisogno!…

  2. Vedi ora scarica tutto su Gonzalo e Borja.

  3. E coda si deve fare ,questi vogliono vendere e nessuna la compra…Cisko patetico

  4. Era comunque quasi impossibile fare peggio. L’unica soluzione è fare come i fratellini, disertare totalmente lo stadio, che se la guardino e se la tifino corvino e soci

  5. Paolino Paperino

    Bastava dire: PESANTE RIDIMENSIONAMENTO PER ABBANDONO DELLA PROPRIETA’ E ABBIAMO PRESO GENTE A CASO TANTO PER FARE 11 DA MANDARE IN CAMPO.

  6. la Squadra va difesa,perche non è colpa loro dell’incompetenza dalla società,ma poi parleranno i risultati in campo se loro saranno insufficenti. A quel punto dinissioni senza alibi per il DEMOTIVATORE cognini e il cagnolino Corvino.

  7. PER FARE MEGLIO BASTA PRENDERTI A CALCI NEL CU**

  8. Aspettiamo e diamo il tempo a Pioli di lavorare. Ma secondo voi uno come lui se non fosse contento degli elementi a sua disposizione starebbe zitto? Stiamogli vicino piuttosto

  9. Purtroppo esiste solo una strada per liberarsi di questi.
    Altrimenti non capiranno mai.
    Si chiama CONTESTAZIONE A OLTRANZA E SENZA PIETÀ

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*