Cristoforo cerca ancora collocazione. L’uruguagio in viola non si è ritrovato

Un riscatto obbligatorio a fine stagione per Sebastian Cristoforo, che farà parte, almeno inizialmente, della Fiorentina 2017-2018. Difficile dire quali possano essere le reali prospettive del calciatore nella squadra viola del futuro. Non ha il passo per una mediana a due, non ha lo spunto del trequartista, senza dubbio ha buona tecnica e tempi di gioco, ma scarsa resistenza. Un ragazzo utile per conservare il risultato e subentrare, ma che non può rappresentare ad oggi un titolare per la Fiorentina. Gli infortuni hanno rallentato la sua carriera, e in questo campionato ha avuto spazio solo 2 volte dal primo minuto. L’uruguagio, ormai arrivati a fine stagione, è ancora un grosso interrogativo, uno dei tanti presenti nella rosa della Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Si spendono soldi per bidoni come Cristoforo, Sanchez, Diks, Milic, Olivera… e non si riprende Piccini a 3 milioni che ti coprirebbe il buco a destra ormai decennale, o ancora si lasciano andare per due pacchetti di lupini giovani della Primavera promettenti come Capezzi o Mancini che sicuramente non sono peggio dei sopracitati e costavano 0. Saranno le commissioni che becca Corvino? Invece di 7-8 bidoni con quei soldi ne prendeva 2 discreti e si teneva i giovani.

  2. Giocatore da serie B..NON HA PASSO..NON HA TECNICA..NON HA NIENTE PER GIOCARE IN SERIE A..SOLO CORVINO POTEVA PRENDERLO..FV

  3. Ma se praticamente non ha mai giocato? Cosa diavolo vogliamo capire da pochi minuti giocati e spesso fuori ruolo?

  4. E a scanso equivoci spiego. Si è rotto un crociato a marzo 2014 ed è tornato operativo a novembre 2014. Si è dovuto rioperare al ginocchio a gennaio 2015 ed è stato fermo quasi altri cinque mesi. Solo un pazzo o un idiota poteva acquistarlo con OBBLIGO di riscatto.

  5. Ritrovato rispetto a cosa? E’ sempre stato perso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*