Cristoforo: “Firenze passionale come l’Uruguay. Che personalità e tecnica Maxi Olivera”

Infine Cristoforo a Viola Week: “La mia famiglia mi ha seguito nel passaggio da Siviglia a Firenze, dandomi la possibilità di concentrarmi sul calcio. L’altro uruguaiano Maxi Olivera? Un grande compagno e un eccellente giocatore. E’ stato capitano del Wanderers e poi del Penarol e questo significa che ha personalità e tecnica. Che idea di Firenze e dei suoi tifosi? Non ho ancora visto tutto quello che c’è da visitare, ma è una città stimolante, che ha tutto, con grandissima storia. Mi piace molto il centro storico che è tenuto bene. I tifosi? Caldi e passionali come quelli del Penarol. Sono l’anima della FiorentinaSono nato a Montevideo, ma il mio bisnonno partì dall’Italia, precisamente da Salerno. L’ho scoperto da poco…. L’Italia nel mio destino? Vero, ma il calcio qui, a Firenze, è vissuto con la stessa passione che in Uruguay per questo mi sento davvero a casa”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*