CROCE E DELIZIA

Borja Valero Barcellona

Come quasi sempre da tre anni a questa parte uno degli uomini decisivi per la stagione della Fiorentina sarà ancora una volta Borja Valero: il Corriere dello Sport-Stadio analizza lo status di ago della bilancia dello spagnolo, nel giorno dopo la fine del mercato, ma anche a 48 ore dal brusco k.o. di Torino. Borja è uno dei calciatori più rappresentativi della squadra viola ed il suo ruolo davanti alla difesa va ad essere, secondo il quotidiano, un po’ croce e delizia per Sousa. Eccellente in fase di possesso, dove riesce a girare la palla con grande abilità in virtù della sua tecnica, trovando tanto spazio per avanzare; problematico invece quando la sfera ce l’hanno gli avversari ed il gol di Baselli ne è una conferma. Troppo scriteriato l’attacco al centrocampista granata, che ha saltato senza difficoltà Borja Valero prima di scagliare quel destro imparabile per il definitivo 3-1. Da qui l’ipotesi di un avanzamento del numero 20 a trequartista e lo sfruttamento invece di due mediani autentici.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Scusatemi,ma quando si vinceva 1a0 a Torino,il toro non passava la meta campo.Era logico essere noi ad aspettare e non viceversa.Se vi ricordate era proprio Borca che cercava di rilanciare .secondo me non era melina,ma un tentativo di far aprire il toro.Forza viola e un po di ottimismo

  2. Borca ha giocato bene il primo tempo, poi ha cominciato a fare errori e si vedeva che non aveva più fiato nelle corde, a quel punto andava sostituito…ma la partita l’ ha voluta perdere Sosa che ha permesso e richiesto di rallentare il gioco, quando mancavano ancora più di 45 minuti alla fine; si deve continuare a giocare, magari con meno intensità, ma sbagliato fare melina e riprendere il gioco di Montella…il precampionato di SOSA ha fatto vedere tutt’altra cosa.

  3. Bisogna lottare su tutti i palloni.

  4. crostino viola

    Borja a Torino nel complesso della partita è stato il migliore dei nostri.
    Un errore non inficia la qualità della gara.
    Vogliamo invece parlare di Gilberto, di Alonso dopo il gol (come non toglierlo dopo che era giustamente preso di mira dai fratelli granata ?) ma anche di Suarez indietro di condizione, di Kalinic impalpabile nel 2 tempo, di Mati, di Roncaglia e Tomovic…
    Siamo seri Borja è stato l’unico a salvarsi.

  5. X REDAZIONE …… Nella rosa vi siete dimenticati l’attaccante Nikola Kalinic

  6. Era l’ora! ci voleva di molto a capire che Borgja deve giocare in avanti e pressare gli avversari per recuperare palloni? Il suo fisico non gli permette di contrastare fisicamente l’avversariodifendere e non è nelle sue corde, inoltre non si sfrutta la sua classe.
    Il suo punto debole è quello di essere troppo innamorato del pallone, se fossi Sousa lo terrei ad ore sul campo a fargli provare a passare il pallone filtrante di “prima”, massimo due tocchi al terzo tocco uno scapaccione nella testa

  7. Lui trequartista e due mastini come suarez e Badelj mediani

  8. Vero che sul gol di Baselli è stato fregato, ma l’alternativa era falciarlo e a quella velocità la conseguenza non era il giallo ma il rosso diretto ( con Tagliavento poi…). La verità è che abbiamo sbracato sui primi 2 gol. Fino a quel momento Borja non aveva fatto male. Ma non può stare così in mezzo, non è un fulmine e non ha tempismo nei contrasti.

  9. è ora che si dia una svegliata
    è due anni che gioca così..
    o torna quello del rimo anno o spazio a vecino

  10. E’ UN LUSSO CHE NON CI POSSIAMO PERMETTERE ORA QUINDI PANCA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*