Questo sito contribuisce alla audience di

Crotone fa rima con Frosinone: il precedente da evitare

E’ passato esattamente un anno: era il 20 marzo 2016 quando la Fiorentina si presentò a Frosinone, squadra ormai prossima alla retrocessione e pressoché all’ultima spiaggia. La giornata era la numero 30, stavolta sarà la 29, l’avversario si chiama Crotone ma il contesto è simile: la squadra viola si avvia verso un finale anonimo e malinconico, dopo aver perso sogni di classifica ed Europa e rischia di trovare un avversario più motivato di lei, sebbene molto inferiore tecnicamente. La differenza, non banale, è che allora i viola avevano perso il treno per la Champions ma erano quasi certi di confermarsi in Europa League; quest’anno si è scesi di uno scalino e il treno (quasi) perso è proprio quello per la seconda manifestazione continentale. Al “Matusa” finì 0-0 e fu un po’ l’emblema dell’inedia viola, quest’anno, a maggior ragione considerando le parole di Corvino e Gonzalo, un tale risultato non sarebbe tollerabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Questa Fiorentina è capace pure di perdere domani cosa che avrebbe dell’orribile

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*