Da Guidi a Sousa: il serbatoio infinito della Fiorentina

Fabio Maistro è il quarto calciatore pescato da Sousa nella Primavera, il quinto se contiamo anche Ianis Hagi, che comunque è stato preso per giocare anche da subito con i grandi e che tutto sommato ha fatto la spola da inizio stagione. Prima di lui Diakhaté, la scorsa estate, e poi Chiesa e Perez: sono un po’ gli eredi di Bernardeschi e Babacar e risorse scovate a zero euro che però possono accrescere il proprio valore. Di loro, e di molti altri componenti della formazione di Guidi, si sta parlando molto proprio perché questo travaso tanto agognato rappresenta il vero successo di un settore giovanile. Il feeling tra i due tecnici sembra ottimale, visto il passaggio continuo che sta andando in scena in questa stagione, e potrebbe offrire nuovi calciatori a breve: i vari Mlakar, Trovato, Sottil, Baroni e Ranieri, oltre al già noto Diakhaté, sono lì che scaldano i motori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Concordo pienamente, infatti avevo già manifestato il mio disappunto per non aver portato Mlakar, vista l assenza di Baba..

  2. Piccini? Lo si lascia in Spagna?

  3. La convocazione di Maistro è inspiegabile, in primavera fa la riserva e ci sono almeno una decina di ragazzi più accreditati di lui, peraltro essendo un mediano di rottura poco ci incastra anche come ruolo.

  4. Bene così questo è il futuro!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*