Da ‘La Zona Cesarini’ a ‘La Zona Babacar’

Babacar in campo a Bologna. Foto: Fiorentinanews.com

Roberto Cesarini era una giocatore della Juventus negli anni Trenta del Novecento che realizzò diversi gol nei minuti finali delle partite. La rete più famosa è stata senza dubbio quella con la maglia dell’Italia addosso contro l’Ungheria in un incontro di Coppa Internazionale: lo juventino segnò il 3-2 al 90′ e regalò la vittoria agli azzurri. Quel gol sarebbe diventato mitico non solo per la sua importanza, ma anche per lo spunto che diede a Eugenio Danese, giornalista dell’epoca, per coniare il termine “Zona Cesarini” in occasione della rete decisiva di Visentin in un 2-1 tra Ambrosiana Inter e Roma. Nel calcio moderno, c’è un altro giocatore che sta prendendo l’abitudine di segnare il gol decisivo di una partita nei minuti di recupero: stiamo parlando di Khouma El Babacar, autore del gol che ha permesso alla Fiorentina di battere l’Inter. Non è la prima volta che il senegalese fa gioire i tifosi viola negli ultimi minuti delle partite: durante la scorsa stagione sono state ben due le reti decisive di Baba. In campionato ha realizzato il gol del 2-1 viola nella trasferta di Verona contro il Chievo, mentre in Europa League ha dato il pareggio alla Fiorentina nei quarti di finale contro la Dinamo Kiev. E in quest’annata, oltre alla rete contro l’Inter, ha segnato l’inutile gol dell’1-2 nel match di campionato perso al Franchi contro la Roma. Dalla Zona Cesarini alla Zona Babacar, il senegalese sta diventando sempre più un’arma letale nei minuti finali delle partite

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*