Questo sito contribuisce alla audience di

Da possibile viola a chiuso sia a Napoli che a Bergamo. La parabola sfortunata di Grassi

Lo scorso gennaio Alberto Grassi sembrava il centrocampista giusto per infoltire il reparto di Paulo Sousa ma poi il Napoli ebbe la meglio, convincendo l’Atalanta. Il classe ’95 però si fece subito male e non scese mai in campo con la maglia azzurra; neanche il ritorno in prestito a Bergamo gli ha giovato ed anche con Gasperini si vede chiuso. Il suo procuratore Mario Giuffredi ne ha parlato così a Radio Kiss Kiss: “È un giocatore che piace a tanti, di vero in questo momento c’è poco. Ci sono pochissime trattative reali, molte chiacchiere. Stiamo cercando una soluzione che gli permetta di fare esperienza per poi tornare a Napoli, che vorrebbe giocasse con continuità a Bergamo ma non lo sta facendo. Per gennaio cerchiamo una società che possa garantirgli un certo minutaggio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Doveva rimandare la partenza per Napoli infatti la troppa panchina ne ha bloccato la crescita e forse il suo futuro , infatti tornando a Bergamo non ha trovato più spazio

  2. stefanoviola

    Questo per tutti quei tifosi che criticano a prescindere i nostri dirigenti.
    Sbaglieranno pure anche loro, ma se stiamo dietro ai tastieristi compulsivi si prende delle usciate mica da ridere, vallo a dire al Napoli che ha speso 10milioni ed ora non sa che fare. Vediamo anche Rog che fine farà.

  3. Ogni volta che leggo certe notizie mi ravvedo sul fatto che forse, i Della Valle non fanno così male a non cedere il passo ai prezzi sparati da certe società. Ci si lamenta sempre degli acquisti a due lire della Premiata(si fa per dire) Ditta, quando poi ti guardi intorno e vedi Kondogbia (35 mln), Gabigol (circa 30), Tonelli (10 min, mai visto campo), Grassi (7mln). Mi domando chi sia il più bischero; se loro che spendono con il contagocce e nonostante questo arrivano in posizioni dignitose, o chi spende e spande, e poi dura fatica a starci davanti

  4. Giocava poco anche prima di andare al Napoli, non solo ora che è tornato a Bergamo.
    Secondo molti soloni avremmo dovuto pagare quanto chiedeva l’atalanta senza fare i “braccini”, ma sfortunatamente/fortunatamente i milioni spesi non vanno in campo. Anche se strapaghi un calciatore, non diventa da mediocre un fenomeno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*