Da Pradè a Corvino: una mission impossibile in comune

Una ricerca sfrenata nello scorso gennaio, sfociata in un Benalouane sul quale è meglio soffermarsi poco; una ricerca meno disperata quest’anno ma che comunque non ha trovato risposte: cambia il ds, da Pradè a Corvino, ma la mission per la Fiorentina resta impossible. Dall’addio di Savic, rimpiazzato da un ottimo Astori, a Paulo Sousa non è arrivato più alcun difensore in grado di conquistarsi il posto da titolare con una certa decisione. Salcedo ci è andato piuttosto vicino tutto sommato ma ultimamente è stato messo da parte; a giugno la ricerca scatterà nuovamente, con un Gonzalo in meno (probabilmente) ed una doppia esigenza a quel punto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Bastava lasciare saponara dove era ed intervenire dove c’era bisogno.non credo ci voglia la laurea in ingegneria spaziale.

  2. Vendiamo tomovic

    Salcedo è ottimo ma non puo giocare per queationi di contratto

  3. grazie per l’ottimismo che diffondete a piene mani scaccolandovi sugli affari della viola.
    In un anno dove sono stati fatti miracoli (allenatore) con Chiesa, Bernardeschi, Salcedo (Alonso il primo anno com’era ve lo ricordate?) Sanchez jolly, Olivera (adesso vale Alonso) andate a cercare di Gonzalo sottocasa quando puo’ semplicemente essere una strategia come ci sono per un ultimo contratto al miglior offerente (lasciamo in sospeso il rinnovo, noi ti diamo questi soldi, se trovi meglio bene altrimenti alla fine anno hai gia’ l’ipotesi nostra che non e’ un’offesa)
    io ho goduto parecchio anche domenica, Ilicic su tutti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*