Da un inferno all’altro

Reduce da appena mezz’ora di gioco sul “terreno” del “Ferraris”, la Fiorentina si appresta a far visita ad un altro avversario, che in comune con il Genoa ha sicuramente il calore dei tifosi. Il Toumba Stadium è sicuramente noto per il chiasso dei sostenitori bianconeri, che sono soliti creare quel classico clima da catino che può rendere difficile l’interpretazione della partita agli avversari. Se poi ci mettiamo l’aspetto climatico che ha reso infernale la gara di domenica scorsa contro i rossoblu, possiamo tranquillamente dire che la Fiorentina sta un po’ rimbalzando tra un inferno e l’altro, in attesa di chiudere la settimana con un altro impegno mica di ridere, contro la Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Spezzeremo le reni alla Grecia! Disse tanto tempo fa’un pelato…e cosi faremo noi, sperando di avere risultati differenti alla fine..

  2. Nessun timore. Abbiamo tutto per batterli.

  3. Scusate,due correzioni:addosso e il loro stadio è brutto almeno quanto il nostro.

  4. Che qualche tifoso del Paok non alzi la voce perché i nostri giocatori se la fanno subito a dosso!!!Chissà se Sousa farà il solito catenaccio da zero a zero?A proposito il loro stadio è quasi brutto come il nostro.

  5. Brrr che brividi. Questi hanno paura anche delle mosche figurati dei greci. Giocheranno con la solita flemma tiki taka in orizzontale hai visto mai ch una punizione o un corner ci frutti qualcosina. Il ricordo va ai gloriosi anni nei quali un certo Batistuta zitti tutto lo stadio a Londra con un fantastico gol dei suoi. Bei tempi cher non torneranno fino a quanto rimmarrà la situazione societaria attuale. Brrr che brividi!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*