Da Wolski a Dragowski: la Fiorentina da una scommessa all’altra

Prima del transito in maglia viola nella passata stagione di Jakub Blaszczykowski arrivato dal Borussia Dortmund, l’ultimo nome polacco in casa Fiorentina è stato quello di Rafal Wolski. L’esile trequartista, arrivato in viola dal Legia Varsavia per una cifra vicina ai 2 milioni e mezzo di euro, non ha lasciato il segno a Firenze, ed è stato ceduto prima in prestito al Bari in Serie B (soltanto 7 misere presenze), quindi al Mechelen in Belgio, e successivamente in patria al Wisla Cracovia. L’ultimo dei tre prestiti sicuramente il più positivo. Un talento mai esploso, quello di Wolski, tante ombre e pochissime luci, l’impressione concreta di non essere, ormai alla soglia dei 24 anni, un calciatore da Serie A. Il suo imminente passaggio al Lechia Dansk per una cifra molto modesta conferma il tutto, a malincuore, si tratta di una scommessa persa.  Bartlomiej Dragowski, portiere polacco non ancora diciannovenne, sarà il primo nuovo calciatore che con ogni probabilità vestirà la maglia della Fiorentina in questa sessione di mercato. Di lui si dice un gran bene, e la scuola polacca è in crescita. Corvino ha scelto di investirci: speriamo che questa volta la scelta polacca possa essere vincente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. supercannabilover

    Esile trequartista, avrò la fortuna di seguirti in extraklasa

  2. Basta costi poco…meglio se in prestito gratuito….E pensare che con la raccolta differenziata c e’ chi fa i soldi..che sia questo il famodo progetto?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*