D’Agostino: “Corvino viene per fare bene, non è certo una minestra riscaldata. Badelj…”

L’ex centrocampista viola Gaetano D’Agostino è stato raggiunto da Radio Blu per toccare e analizzare vari temi di casa viola. Queste le sue parole: “Ho avuto il piacere di lavorare sia con Prade (a Roma in maglia giallorossa) che Corvino a Firenze, e posso dire che sanno entrambi fare calcio. Con l’arrivo di Corvino secondo me non si tratterebbe di minestra riscalda ma credo che la dirigenza gigliata siata tornata al passato sapendo di avere per le mani un direttore sportivo che sa fare il suo lavoro.  Il giudizio che do al trascorso di Pradè a Firenze è un giudizio piu che positivo: Daniele ha infatti ricostruito una squadra dopo una stagione difficile (quella con Mihajilovic, Delio Rossi e Guerini). Sono inoltre arrivati giocatori importanti (Valero, Rodríguez Rossi tra tutti), motivo per il cui non è da disprezzare il suo lavoro. Se Corvino verrà con le giuste motivazioni sicuramente la squadra potrà far bene e puntare anche alla Champions”. Infine su Badelj?: “Farselo scappare e rimpiazzarlo al meglio non è per niente facile”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Badelj lo terrei stretto.

  2. Ognuno è padrone di pensarla come vuole.X me il ritorno al passato è una sconfitta x un motivo molto semplice:significa che la società è incapace di programmare il futuro.La solita ministra e x di più riscaldata.Non andiamo oltre il consentito con il Corvino!Mi ricordo che fu cambiato dopo aver gettato via un sacco di milioni!
    Insomma non mi pare una grande scelta.Poteva tenerselo il Bologna…come mai non è stato così?

  3. Sono d’accordo con D’Agostino.Anzi direi con quei soldi che ci danno e’impossibile.Fra l’altro Badelj e’stato l’unico acquisto veramente indovinato di prade’

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*