Dai fischi all’espulsione: la partita nella partita di Salah

Oltre che la partita tra le prime due squadre del campionato Fiorentina-Roma è stata la partita che ha visto Mohamed Salah tornare in quello stadio e in quella città che per sei mesi sono stati casa sua. E l’accoglienza, come era prevedibile, è stata infernale: al suo ingresso in campo per il riscaldamento i Franchi è esploso e ha pienato l’egiziano, che intanto era andato a salutare gli ex compagni Tatarusanu e Lezzerini, di fischi. Da parte sua Salah si è limitato ad ignorare i tifosi viola: una sua risposta alla Fiesole avrebbe reso ancora più infuocato il clima del Franchi. Passiamo alla partita: dopo nemmeno sei minuti Salah gela Firenze con un sinistro a girare imparabile dopo uno scambio con Pjanic che non lascia scampo al portiere viola. L’egiziano decide di non esultare, probabilmente per rispetto di quella maglia che l’ha fatto consacrare nel campionato italiano e di quei tifosi che l’hanno amato alla follia: ma ai fiorentini questo importa meno di zero. Ad ogni pallone toccato seguono incessanti fischi: prosegue così la partita di Salah, con Garcia che decide di difendere con nove uomini dietro la linea del pallone e il numero 11 giallorosso che si ritrova a fare il terzino. Quando la partita sta volgendo al termine ecco la piccola rivincita per Firenze: l’egiziano si fa ammonire per lo screzio con Roncaglia e manda a quel paese Orsato che estrae il secondo giallo per la gioia dei tifosi viola. Termina così la partita di Salah che mastica amaro per il cartellino rosso ma sorride per la vittoria e per il gol rifilato alla sua ex squadra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Non mi son mai spelato le mani in applausi quando giocava per noi e non mi coinvolge neppure il suo comportamento. Domenica contro di noi ha fatto un gol (bellissimo) come lui sa fare, ma poi è stato costretto trasformasi in difensore per 80 minuti. Resta il fatto che quest’ anno, per quello che ho visto nelle gare della roma, Salah non è quello che fa la differenza. Quelli determinanti sono Cervinho, Pianic e Manolas.

  2. Basta con DV non se ne puo più. Ogni volta che vedo il suo nome mi viene il voltastomaco.

  3. Basta con Salah. non se ne può più. Ogni volta che vedo il suo nome i viene il voltastomaco ! Basta !!

  4. Basta con Salah. Non se ne può più. Ogni volta che vedo il suo nome mi viene il voltastomaco ! Basta !!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*