Questo sito contribuisce alla audience di

Dalla decadenza del tiki-taka alla decadenza dello spettacolo: la metamorfosi faticosa della Fiorentina

C’era una volta il tiki-taka di Montella e il calcio spettacolo interpretato dalla Fiorentina, rimpiazzato per bellezza estetica solo dal Napoli di Sarri. Con l’aeroplanino in panchina la squadra viola riusciva a coniugare l’utile con il dilettevole e non a caso arrivarono tre quarti posti e una finale di Coppa Italia. Il possesso palla era l’arma che contraddistingueva quella Fiorentina, con i maestri Pizarro e Borja Valero e in generale grazie a un tasso tecnico molto elevato, ma con il passare del tempo fu anche elemento degenerativo, poiché la manovra finiva spesso per incagliarsi in uno sterile e farraginoso gira della sfera sulla trequarti avversaria. A tratti con Sousa, ma soprattutto con Pioli, il mantra avrebbe dovuto vertere invece su una maggior verticalità e rapidità: riuscita in parte con il portoghese, che non disdegnava però il controllo del pallone, e molto poco alla formazione odierna. La metamorfosi da squadra bella a squadra pratica sta faticando ad andare in scena anche per l’abbassamento del livello tecnico: prima la squadra viola teneva il pallone perché poteva permetterselo, oggi fa invece molta più fatica. E occasioni, spettacolo e quant’altro scarseggiano…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Bisogna badare al sodo. Conta solo vincere. Lo spettacolo non è importante. Ora bisogna lavorare per risolvere i nostri problemi e ripartire.

  2. Supercannabilover

    e direi anche che in quel 10% Uisp c’e’ un bel 9% che ci capisce il giusto

  3. Ovviamente con questi mediocri giocatori bisogna raschiare il barile per trovare il modulo per non andare in serie B..tuttavia anche se non sono estimatore del pioli tecnico ma sono molto innamorato della persona penso che lui ne sappia più di me..di pistocchi..e di tutti i commentatori di questo sito dei quali forse solo il 10 % ha calcato un campo di calcio a livello uisp..FV

  4. Ma quale metamorfosi! Ha cambiato tutti i giocatori e Pioli non ci capisce una mazza.

  5. Hai ragione anche te, ma se fosse totalmente così neppure si discuterebbe di moduli.

    Il modulo non risolve le deficienze di una squadra, però le migliora, questo si.

    Il modulo da noi serve solo per attenuare le nostre deficienze, far punti e salvarsi. Poi vedremo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*