Dalla parte di Borja Valero

Borja Valero saluta i tifosi della Fiorentina. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
Borja Valero saluta i tifosi della Fiorentina. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Una gran parte della Fiesole si è schierata nettamente ieri sera dalla parte di Borja Valero. Durante il match contro il Chievo è stato esposto uno striscione piuttosto grande a centro curva, dove sono situati i gruppi più numerosi e rumorosi, con su scritto: “Le bandiere non si vendono si blindano. Borja Valero per sempre con noi”. Un messaggio piuttosto chiaro che però era già stato, in un certo senso, recepito dalla società. Perché lo spagnolo era considerato uno di quegli elementi che non potevano essere venduti con buona pace della Roma che pure sperava di strapparlo ai viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Passione viola

    Vedi Keonilda, non è questione di essere esperti… se si dovessero pagare i giocatori a km, allora sarebbe meglio prendere tutti maratoneti…. Il paragone con la Belen non calza… Lei la differenza la fa sempre….. Borja la differenza non la fa…. il suo atteggiamento è li… MAI una volta ha preso la dquadra per mano ed ha vinto partite di un certo livello. Se fosse come dici te, anche per sbaglio sarebbe stato convocato nella sua nazionale qualche volta… invece neanche per una amichevole… quindi? Anche i CT della spagna sono falsi intenditori??? E non dico titolare della nazionale ma neanche nella lista dei 35 prima delle competizioni importanti. Neanche preso in considerazione. Quindi il suo livello è nella media. Buon giocatore tecnicamente ma poi quando conta sparisce… ecco il limite alla sua consacrazione…. poi perché non ha detto prima che la roma uscisse dalla champions che amava la fiorentina???? Alle parole del suo procuratore durante il periodo di preparazione, è solo seguito un silenzio pazzesco…. perché non ha detto li che non sarebbe mai andato via da qui???? AUGURI

  2. la frustrazione di certi personaggi che si vogliono atteggiare a intenditori criticando Borja sono come quelli che dicono male della Belen; non voglio commentare le castronerie che sono scritte nei msg precedenti, dico solo che non capisco il tanto attaccamento a Antognoni, a prescindere, forse non siamo tutti degni di un cosi’ immenso giocatore e uomo

  3. Borja dà sempre il massimo, quando ha gambe; d’accordo sui limiti (tiro moscio ecc.) ma assolutamente giusto tenerlo

  4. Passione viola

    Caro bibi. Tanto di buono lo sa fare se la responsabilità è sulle spalle di altri…. ha doti tecniche non comuni ma sono legate ad atteggiamenti perdenti…. si nasconde sempre e quando BOLLE non c’è mai…. fino ad oggi è cosi…. bravo giocatore che può fare la differenza dove non è lui il leader….

  5. Non lo vedo indispensabile. Specialmente in un gioco che diviene sempre più veloce, e fisico. Che cosa ha fatto ieri nel primo tempo quando c’era bisogno di chiudere la partita….

  6. Infatti ho sentito che aveva la febbre trallaltro

  7. La sua duttilitá é pure qualcosa di importante x gli allenatori.
    Ieri é partito come trequartista ma poi con vecino infortunato appena sono venuti i crampi al centrocolombiano lui ha completato il centrocampo a 2 con l ‘ ingresso di bernardeschi(im panca altri centrocampisti nn ci stavano e sarebbe stato un problema) . ciò secondo me da sicurezza agli allenatori e poi anche se Sousa gioca con un centrocampo a 2 con lui ha quasi un centrocampo a 3 con diversi palleggiatori che é una delle scelte vincenti della fiorentina degli ultimi 4 anni.
    Inoltre ieri può essere che non era al 100% per via dell’infortunio e la gara l’ ha cmq finita e se pensiamo ad altri giocatori possiamo dire che seppure dovrebbe essere normale non sono in tanti quelli che danno ogni volta tutto quello che hanno.
    Ps : secondo me come trequartista non é l’ideale , non é il suo ruolo ma in un centrocampo a 3 o sempre a e come secondo regista in carriera ha fatto cose migliori e va considerato a prescindere da dove parte come un centrocampista.

  8. Lo ridico: con tutti i difetti che possa avere Borja, se è stato il pupillo di Montella, lo è attualemnte di Sousa e lo vorrebbe Spalletti, vuol dire che TANTO di buono lo sa fare. Il suo gioco è dispendioso in termini di energie e non è detto che quest’anno Borja sia come lo scorso anno e che il prossimo sia come questo, fatto sta che gli allenatori migliori non vogliono prescindere da lui in squadra. E invito i critici di Borja a guardare le statistiche delle sue partite : saranno disdetti dai fatti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*