Dalle sciabolate alle carezze, il Sousa ammorbidito

Paulo Sousa in primo piano. Foto: Activa Foto.

Alla terza di campionato e soprattutto a mercato chiuso, abbiamo rivisto un Paulo Sousa finalmente più sereno rispetto alle uscite estive, pre e post amichevoli ma anche nelle parole di contorno alle partite con Juve e Chievo. Le frecciatine e lo scuro in volto non erano mancate e avevano creato anche più di qualche dubbio sulla sua effettiva tranquillità. Sarà forse per le maggiori certezze, date dalla conclusione del mercato, che invece il portoghese è apparso decisamente più concentrato sulla sua missione speciale: quella di migliorare la Fiorentina e di ricavare il massimo da una rosa che, ad organico, un po’ come l’anno scorso, parte dietro a quella che sarebbe la posizione da raggiungere. E la convinzione del tecnico è la miglior premessa possibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Sugli obbiettivi, quando è la stessa società a farsi scappare che sarà difficile ripetere i risultati di anno scorso, telo ripete il mister, come fai a dire che ci siamo rinforzati

  2. “Abbiamo perso Marcos alla fine, così come Roncaglia che era diverso dagli altri, infatti ha giocato molto”
    Sembrano parole che manifestano un rimpianto, come se lui avrebbe voluto tenerli ….
    Nn ho detto che nn lo vuole nel centro sportivo, nn lo vuole nello spogliatoio e da che calcio è calcio, nello spogliatoio comanda il mister, ovunque. Anche Montella mi pare che a suo tempo si lamentava del fatto che soprattutto quando si vinceva, si trovava lo spogliatoio pieno di gente

  3. Che non vuole i DV nel centro sportivo, non lo può dire, visto che è difficile tenere i proprietari fuori di casa, già forse è sfuggito a qualcuno ma tenere chi paga fuori dalla porta, è un’impresa titanica. Per il commento tecnico, dire che perché non ha più Roncaglia e Alonso, che repetita juvant, ha giocato le prime 7 partite poi gtutta flanella come direbbe il Corvo, non può fare il campionato dello scorso anno, sarebbe da pazzi. E infatti non lo ha detto. Adesso saluto tutti perché ho da fare , per altre gradevoli conversazioni ci vediamo domani. Tanto vi ritrovo qui. Ad majora.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*