Dalle stelle alle stalle

L'entrata in campo di Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

I primi mesi sono stati pieni di passione, probabilmente smisurata ma giustificata dalla posizione in classifica, poi l’amore dei tifosi della Fiorentina nei confronti di Paulo Sousa è lentamente diminuito, fino alla partita di ieri sera in cui è stato probabilmente toccato il minimo storico. Ormai un tifoso su due, se non di più, vuole l’esonero del tecnico portoghese: una situazione paradossale, se solo si pensa alla posizione in classifica di un anno fa. Il calcio è una ruota che gira e la storia tra Sousa e la Fiorentina, dopo gli iniziali alti, è precipitata in una serie di bassi che preannunciano un divorzio a fine stagione ormai praticamente sicuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Si paga ancora l’ubriacatura da primo posto dell’anno scorso, così come si pagò l’ubriacatura da doppia semifinale con Juve e Siviglia a suo tempo, e Montella mise i puntini sulle i dopo i fischi alla squadra e le derisioni in occasione della partita col Siviglia a Firenze. Questo clima isterico non fa bene alla squadra, si rischia di prendere l’andazzo dei romanisti, e di non andare mai da nessuna parte. Purtroppo per cambiare questo trend bisognerebbe cambiare il cervello di buona parte dei tifosi, riprogrammarli. I fiorentini se continuano ad andare verso il romanismo fanno il proprio male, e chi cavalca il trend isterico provoca solo maggiori disastri. Grazie a Dio il calcio non è democrazia, nè plebiscito irresponsabile. Sostenete la squadra e fate fare alla società il lavoro della società, ora che una società normale finalmente la abbiamo. Ci pensa la società a Sousa, i tifosi sostengano la squadra.

  2. Perche tu ce l’ hai? Tu insieme a tanti compagnetti qui, che rompete i marroni da mattina a sera siete al livello di Sousa.

  3. @ Mario-48,
    vediamo le cose con un pò di semplicità, perche il calcio non ncessita di un master a Oxford o di una specializzazione a Yale.

    La cosa semplice sono queste: non si può fare una formazione strampalata come quella vista a Genova e poi lamentarsi del risultato. Se a te la formazione è piaciuta allora ti deve piacere anche il risultato.
    Non possiamo lamentarci dl pari con la Sampdoria se a 5 minuti dal termine si fa entarte Vecino invece di Zarate. Se a te è picaiuto l’ingresso di Vecino allora ti deve piacere anche il risultato.
    Non si può far esordire a 15 dal termine un debuttante come Perez a San Siro con una squadra in 10 che comunque stava per recuperare. Se a te è piaciuto Perez allora ti deve piacere anche il risultato.

    Ma queste scelte strampalte chi le ha fatte? Andrea Della Valle? Diego Della Valle? Corvino? .. oppure Sousa?
    Prova a darti una risposta.

  4. Sono solo i tifosi da tastiera e certi “giornalisti” che soffiano sempre sul fuoco, prima con il Pranda, poi con Vincenzino, ora con Paulo, ma andate a quel paese…..lui avrà le sue colpe, ma pensate veramente che tutti i mali vengano da lì? Occorre scouting giusto, Ds con le palle, dirigenti che capiscano di calcio, e spendere qualche soldino…..Quando l’avremo cacciato a furor di popolo, poi come con gli altri ci mangeremo le mani perché sarà andato a dare bene da qualche altra parte!

  5. Che da gennaio 2016 con un 2/3 buoni acquisti si sarebbe potuto andare in Champions è tutto da verificare, ma veramente tutto !

    Si può solo vedere quello che è accaduto e quello che sta accadendo.
    Il cambio del DG, avvenuto con un certo ritardo (giugno), non ha permesso di impostare una campagna acquisti estiva come si sarebbe dovuto e Corvino ha fatto quello che poteva.

    Sulla base di queste premesse e con un allenatore come Sousa che conosce un solo schema di gioco, va da sé che i risultati sarebbero stati molto incerti.

    I giocatori che abbiamo, secondo me, non sono così scarsi come può apparire (escluso alcuni come Milic, Di Maio, forse Tatarusanu, ecc…), altri non sono dei talenti come si vuol far credere (Bernardeschi), altri sono collocati fuori ruolo (Tello) … ma in generale si potrebbe competere anche con qualche squadra, sulla carta, migliore di noi … forse.

    La gestione dei giovani è strampalata e casuale e questo non gioca di certo alla evidenza di qualche talento, che lo si può scoprire solo se gioca, ad esempio Dragowski? Diks ? … lo stesso Perez ? … Certo che ne andrebbe pianificata, con scienza, la loro prova, invece tutto è buttato alla casualità, come l’esordio di Perez a San Siro, in una partita raddrizzabilissima che andava affrontata a muso duro con i più esperti (Zarate).

    Se le responsabilità non sono mai di una persona sola, di sicuro questa persona (Sousa) ha la percentuale maggiore.

  6. Dallo scorso gennaio Sousa é solo un traghetatore visto che la viola aveva giá raggiunto l’apice e probabilmente poteva volare in champions se invece di tappargli le ali alla Fiorentina con un non mercato prendevano un paio di rinforzi veri e completavano una rosa altrimenti destinata a scoppiare.
    Dopo quel gennaio é restato per che ci sta un contratto e conveniva ad entrambi ma sul mercato Sousa non mette più il becco ed é un peccato visto che l’unica sua richiesta fu KALINIC lo scorso anno ed ora han preso nomi che magari si avvicinavqn x caratteristiche o ruolo a chi avrebbe voluto sousa ma più che il vaglio dell allenatore avevano quello del commercialista.

    Cmq chi resta come traghettatore di solito non fa mai benissimo quindi temevo peggio. I giocatori lo seguono e la viola sta provando a fare il suo ma la rosa non ha alternative vere e ora non abbiamo neanche un terzino sinistro che Pasqual senza alonso ma con questi 2 avrebbe fatto il titolare .

  7. Vi fidate troppo dei social. Allo stadio sento tanta gente più arrabbiata con la società che con l’allenatore. E poi ci sono i giornalisti ….

  8. La gente pensa veramente che cambiando allenatore ci sia la svolta ma sono tutti dei poveri broccoli e se ne accorgeranno presto, nel giro di 3-4 mesi dal nuovo arrivo saranno qui a chiedere ancora una volta l’esonero o ad infamarlo perchè è un incompetente. Mi ci gioco le palle.

  9. Francesco 73, Di Francesco e se fa bene e chiede rinforzi te che dici faranno quello che hanno fatto con i vari Prandelli, Montella e con quello che vuoi esonerare povero illuso.

  10. Sousa via al suo posto il giovane rampante Eusebio Di Francesco sperando che la società si comporti come si deve nel gestire una squadra dalle grandi ambizioni come la Fiorentina .
    DV SVEGLIA!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*