Dalle stelle alle stalle..

classifica

Dopo la brutta sconfitta di Empoli, la Fiorentina vuole ripartire già dalla gara casalinga contro il Sassuolo. L’involuzione della viola non si nota solo dai risultati ma anche dal gioco: le statistiche tra andata e ritorno sono impietose ma evidenziano un grande cambiamento della squadra di Sousa. Nel girone di andata dopo 13 partite aveva 28 punti; ad oggi nel girone di ritorno i punti sono appena 18. E’ vero che si è diminuito il numero di sconfitte (sono tre contro le cinque con cui aveva concluso il girone di andata ) ma è anche vero che dopo tredici gare le sconfitte erano sempre tre come adesso. Il numero delle vittorie è diminuito drasticamente: nel girone di andata ne arrivarono ben 12 su 19 gare, e di pareggi assai pochi (solo due con l’Empoli  e col Sassuolo la settimana successiva).  Nel girone di ritorno le vittorie sono state solamente quattro: contro il Torino, contro il Carpi, l’Inter e l’Atalanta. I pareggi sono aumentati in maniera esponenziale passando da 2 dell’andata a 6 negli ultimi 5 mesi.  Per rendere il bilancio quasi in pareggio la Fiorentina dovrebbe vincere le restanti sei gare, il problema è che una di queste è contro la Juventus: dubitiamo che fra due settimane lo scudetto sia matematico e che i bianconeri abbiano la testa altrove. L’attacco ha subito un’involuzione non da poco: se nel girone di andata le reti erano state ben 37, adesso sono solamente 14. Leggermente meglio è andata con la difesa, con quattro reti in meno subite: 15 contro 19, bisogna però considerare che le gare in questione sono meno. Serve quindi che la squadra attui un cambio di mentalità e che il prima possibile centri un posto in Europa, per non incappare in spiacevoli sorprese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*