Dall’Italia alla Francia, la sfida nella sfida tra Kalinic e Mandzukic

Mancano poche ore alla partitissima: Fiorentina e Juventus si affronteranno allo Stadium di Torino in una partita dall’importanza incalcolabile per ambo le squadre. Da una parte Paulo Sousa si affiderà all’imprescindibile Kalinic, tenuto a riposo in Europa League, dall’altra Allegri schiererà dal primo minuto Mandzukic che ha saltato anche lui la partita di Champions contro il Siviglia e dopo un avvio piuttosto negativo nelle ultime partite ha cominciato a segnare ed ha scavalcato Morata nelle gerarchie del tecnico bianconero.

Entrambi di nazionalità croata, Kalinic e Mandzukic sono arrivati in Italia durante l’ultima sessione estiva di mercato: il primo è stato fortemente voluto da Paulo Sousa mentre il secondo è stato acquistato per sostituire Tevez e Llorente. Il loro impatto con il calcio italiano è stato inimmaginabile e diametralmente opposto: l’ex Dnipro ha meravigliato gli addetti dei lavori per la capacità di adattamento ad un campionato tutto nuovo e dopo 17 partite ha segnato 10 gol. L’ex Atletico invece ha timbrato il cartellino all’esordio in bianconero contro la Lazio in Supercoppa ma in campionato ha segnato solo alla nona giornata e adesso è a quota tre, a cui vanno aggiunti i due in Champions League contro il Manchester City.

Kalinic e Mandzukic guideranno i rispettivi attacchi alla ricerca della vittoria, magari proprio con i loro gol perché la loro sfida va estesa anche al di là dei confini nazionali: infatti i due bomber sono in lotta tra di loro per una maglia da titolare a Euro 2016. Fino a pochi mesi fa era il bianconero ad essere l’ariete della Nazionale croata, ma complice il rendimento del viola la situazione si è ribaltata: adesso è Kalinic ad essere in vantaggio ma l’ex Atletico cercherà di ribaltare le gerarchie fin dalla partita di domani sera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*