De Canio: “Su Sousa e i calciatori non può pesare l’extra campo. Chiesa? Ha talento ma non paragonatelo al padre”

Ex tecnico dell’Udinese, e non solo, Luigi De Canio a Radio Blu parla della Fiorentina in vista della sfida con i friulani: “Il risultato di Roma è stato deludente non solo numericamente ma anche sul piano della prestazione, la Fiorentina è una squadra molto più forte di quanto dica la serata dell’Olimpico. Peccato che quest’anno sta avendo un atteggiamento altalenante, è indubbio che ci siano momenti di grande qualità ed altri di apatia in cui sembra una piccola squadra. Qualsiasi calciatore ha interessi nel fare buone prestazioni, così come l’allenatore: nessuna di queste due parti dovrebbe risentire di quanto accade nell’extra campo. Rincorsa europea ancora possibile? La Fiorentina ha le potenzialità e il dovere morale di puntare almeno al sesto posto, è quello più realistico. Poi magari con un’annata straordinaria avrebbe potuto puntare anche alla Champions. Chiesa la sorpresa? Il primo errore da evitare è quello di fare paragoni, questo ragazzo deve vivere la sua realtà in un calcio che è un po’ diverso da quello del padre. Sono fiducioso nella rinascita del calcio italiano: Chiesa ha corsa e talento nel concludere l’azione, è bravo nell’uno contro uno; pur essendo giovane ha buona personalità, aiutato da un allenatore che crede in lui”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. No, vero non p s ragoniamolo al padre perchè è meglio del padre, che pure era un ottimo giocatore

  2. Sesto posto? No grazie………….se sarà rifondazione (ma ci credo poco), meglio non partecipare alla snervante EL che porta pochi proventi e tentare di fare un buon campionato puntando al 4° posto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*