De Rossi: “Se Batistuta fosse stato una bandiera, sarebbe rimasto alla Fiorentina”

derossi toni

Su La Gazzetta dello Sport, il centrocampista della Roma e della Nazionale, Daniele De Rossi, ha commentato il passaggio di Pjanic dal club capitolino alla Juventus, dicendo: “Pjanic non è una bandiera, le bandiere sono altre. Se Pjanic lo fosse stato sarebbe rimasto al Lione, così Nainggolan al Cagliari, Batistuta a Firenze, e così via. Le bandiere sono altre, e i tifosi dovrebbero coccolarle sempre quando è giusto, perché sono rare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Lo confondi con Rui e Toldo…
    Bati si chiudeva ogni estate a casa o in albergo aspettando che VCG mettesse mano al portafogli!
    Leggere lo striscione dei tifosi del milan che diceva “Rui, basta lacrime viola, devi sputare sangue rossonero” per me è stata una goduria assurda!
    Nemmeno Rui e Toldo sono bandiere (Rui lo è per il Benfica), figurarsi Bati.
    La nostra unica bandiera si chiama Giancarlo Antognoni!

  2. VALERIO UV 65.

    BATI E’ STATO E SARA’ UNA BANDIERA IN CAMPO E FUORI ,GRANDE BOMBER E GRANDE UOMO, DE ROSSI E’ SOLO UN ROMANO DEL C…O.

  3. lucabilly1963, da Atene, Grecia

    Bati partí da Firenze nel tentativo di salvare la Fiorentina. Una bandiera vera. Peraltro senza di lui col ca**o che i giallozozzi avrebbero vinto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*