De Sinopoli a FN: “Ritorno di Corvino? Un nome nuovo ringalluzzirebbe l’animo del tifoso, ma Pantaleo sa fare il suo lavoro. Per lui parlano i numeri e le plusvalenze”

Corvino4

Nella seconda parte dell’intervista con Federico De Sinopoli, presidente dell’ATF, Fiorentinanews.com ha affrontato l’argomento Pantaleo Corvino.

Cosa pensa la tifoseria a proposito di un eventuale ritorno di Pantaleo Corvino? “Ovviamente non è possibile dare un parere omogeneo per quanto riguarda il pensiero della tifoseria. Per molti, essendo un ritorno, saprebbe di “minestra riscaldata”; è ovvio che, all’interno dei tanti nomi avvicinati alla Fiorentina, risulti meno allettante rispetto ad altri. La novità ringalluzzirebbe l’animo del tifoso anche se è innegabile che il suo lavoro lo sappia fare e anche abbastanza bene. Comunque sia conoscendo il direttore, un suo approdo in viola metterebbe la società davanti a un bivio: o si fa come dice Pantaleo (con tutti i pro e i contro derivanti dalla sua gestione di mercato) o altrimenti si resta nella situazione dell’ultimo anno e mezzo, con una marea di dirigenti a libro paga. Io ritengo che la società non si dovrebbe più di tanto sul nome ma sulle mansioni e sul ruolo che verrebbe affidato al nuovo direttore sportivo: la società secondo me dovrà trovare una figura a cui dare carta bianca su tutto, lasciargli tutto lo spazio decisionale da lui richiesto senza intromettersi”.

Come ritiene che abbia lavorato Corvino nei sette anni passati a Firenze? “Il mio giudizio verso Pantaleo sarà sempre positivo, perché per lui parlano i numeri: tra piazzamenti ottenuti (è inutile ricordare che sotto la sua gestione la Fiorentina sia riuscita per ben due anni consecutivi a piazzarsi ai preliminari di Champions League) e i giocatori che il direttore è riuscito a portare a Firenze (i vari Toni, Jovetic, Gilardino, Ljajic, Osvaldo, ecc). La Fiorentina degli ultimi cinque anni è andata avanti con le vendite dei giocatori che proprio Pantaleo aveva portato qui a Firenze; questo fatto fa sì che sul valore di Corvino come uomo mercato non ci siano dubbi, anche se ovviamente come tutti si sbaglia anche lui, come dimostrano gli acquisti shock di Keirrison e Bolatti“.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*