Questo sito contribuisce alla audience di

De Sisti: “Già giovanissimo Giancarlo attirò l’attenzione di Liedholm. Il rapporto con la città è qualcosa di imparagonabile”

L’ex giocatore e tecnico della Fiorentina Giancarlo De Sisti, questo pomeriggio è intervenuto a TMW Radio raccontando il Giancarlo Antognoni giocatore, per festeggiare il suo 63esimo compleanno. Queste le sue parole: “Mi ricordo ancora di Liedholm che, prima che Giancarlo vestisse la maglia viola, ci disse che quel ragazzino sarebbe diventato un campione. Questa è la prima cosa che mi viene in mente se penso ad Antognoni. L’allora tecnico viola lo vide per caso allenarsi a Coverciano per un raduno, e capì subito che sarebbe divenuto uno dei calciatori italiani più forti di sempre. Con le sue doti nei piedi credo che ce ne siano stati pochi come lui. Credo che sia stato ai livelli di Luisito Suarez e David Beckham per quanto riguarda cross e lanci lunghi. Il legame che nel tempo si è istaurato tra lui e la città è qualcosa di straordinario e di irripetibile. Questo rapporto con la città rapreseta un elemento di forza che la società ha saputo sfruttare facendolo tornare all’interno dell’organigramma societario. Firenze è sempre stata casa sua ed è normale che ci sia stata la possibilità di tornare in società. Precisamente non so ancora che ruolo svolga in società, quando lo troverò magari me lo farò raccontare di persona”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*