Questo sito contribuisce alla audience di

Dedicato a Prandelli

Sono tanti i protagonisti di questo ottimo avvio di campionato della Fiorentina. Dire Pizarro, Borja Valero, Gonzalez, o Roncaglia, ormai è scontato, abbiamo già ampiamente esaltato le loro doti, in campo e fuori. Ma zitto, zitto, c’è un giocatore che sta tenendo una continuità di rendimento molto alta e che ha quasi dell’incredibile: Manuel Pasqual.

Il gol realizzato ieri lo abbiamo definito come il giusto premio a quanto fatto finora, perché l’esterno aveva espresso un repertorio completo ma per sfortuna sua e nostra, tra pali e miracoli dei portieri, non era mai riuscito ad andare a segno. E il suo primo centro stagionale in Serie A è stato anche importantissimo, perché ha permesso alla Fiorentina di eliminare la casella zero dalle vittorie in trasferta e perché ha lanciato la squadra di Montella nelle alte sfere della classifica.

Un gol che deve essere visto anche come un messaggio lanciato a Cesare Prandelli, uno che lo conosce bene, ma che continua a sottovalutarlo, nel senso che Pasqual, dato anche che di mancini naturali il nostro campionato non è che ne abbia messi in mostra molti, può essere utile anche in ottica azzurra e, puntualmente, non è mai nella rosa dei convocati. Siccome Prandelli ha sempre detto che la Nazionale è un fedele specchio della Serie A, crediamo che non possa più ignorare il fatto che la Fiorentina un suo prodotto da sfruttare lo abbia già messo in vetrina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20 commenti

  1. nessuno mette in dubbio le qualita di cesare,c’ero anche io quella sera con il bayern affrontando la neve partendo da treviso nn me lo dimentichero mai ,serata stupenda anche se siam usciti,ma nn mi dimentichero mai quando abbiam alzato anche la coppa italia,vincere fa un certo effetto credo….!!!

  2. Grande Panama Viola! Meno male che qualcuno riconosce quello che ha fatto…
    Ma come si fa a non ricordarsi le qualificazioni consecutive in CL? Il miglior piazzamento della Storia Viola sempre in CL? La semifinale di EL da esoridenti persa solo ai rigori contro una squadra abituata a giocare in campo internazionale (e c’erano Vieri e Pazzini davanti)? Le vittorie col Liverpool?
    Ah già, scusate era solo fortuna e i meriti sono solo del collettivo. A proposito, chi è che amalgama le personalità della squadra, facendola diventare un unico uomo quando scendono in campo?
    Pensavo fosse l’allenatore, ma forse mi sbaglio e sono i magazzinieri a farlo.
    Poi come tutti, anche Prandelli ha fatto i suoi errori. Gli piace far giocare più o meno sempre gli stessi, ma non è che a Firenze avesse torto se ci pensate.
    Quando è andato via Osvaldo, è perchè non ha mai mostrato continuità di rendimento (e poi davanti aveva Gila e Pazzini all’inizio e in quel momento erano entrambi più forti).
    Maggio è andato via perchè c’era Ufo davanti, Balzaretti perchè c’era Pasqual (che secondo me non ha nulla di meno del biondo).
    Kuz non ha mai brillato, ha solamente fatto vedere di essere un buon giocatore e poi quando è stato venduto c’erano Montolivo, Felipe Melo e Jorgensen.
    L’ultimo mercato invernale che ha fatto Prandelli, aveva chiesto a Corvino Cassano e Sissoko, mentre il Corvo gli ha portato in squadra Castillo e Bolatti (“Da lì ho capito che il mio ciclo a Firenze era finito” Cit. Cesare Prandelli).
    Quindi non diamo le colpe tutte a lui, ma dividiamogliele con la società (che avrebbe venduto anche Mutu, se il mister non si impuntava)

  3. e vero panana…son decenni…ma con il bistrattato mancini almeno una coppa italia l’abbiam portata a casa…

  4. Via la Fiat dallo sponsor della nazionale appello a Abete!!!! Prandelli l’unico gobbo amato dai Fiorentini. Grande influenza della Fiat sulla nazionale i convocati sono parte di loro decisioni chi gioca decidono gli sponsor fra questi la Fiat.DA TEMPI LONTANI. MEDITATE

  5. prandelli dovrebbe smettere di far giocare dei giocatori insulsi come abate, e convocare dei giocatori seri, bravi, che hanno dimostrato nel tempo la loro professionalità come Pasqual. tanto di fenomeni ora in Italia ce n’è pochi, specialmente di italiani, quando c’è un giocatore bravo portiamolo in azzurro!!!!

  6. Manuel sta dando il meglio di se, soprattutto grazie al modulo. Le sue capacità di corsa e il suo sinistro non sono mai mancati, ma da sempre è scarso in copertura. Col modulo a tre, si sente le spalle coperte dal terzo di sinistra, può spingersi tranquillo in avanti, ed è anche meno angosciato nei ripiegamenti. Inoltre è fiancheggiato a sinistra da un certo Borja Valero, mica da Passatina. Quest’anno poteva aver già fatto tre reti in dieci partite, tanto è migliorato in convinzione (merito forse anche della fascia). Quanto alla nazionale, in effetti forse è un po’ avanti di età, e soprattutto non credo convinca il Pranda nella difesa a quattro, magari se fa il 3-5-2, chissà? Sarebbe un giusto premio a un ragazzo serio e davvero attaccato alla maglia (l’unico rimasto della prima Fiorentina di Prandelli).

  7. Lasciate in pace Manuel…..
    L’ultima volta che ha avuto la convocazione in nazionale ha impiegato tre anni a riprendersi

  8. Pasqual x convincere il Celeste alias Prandelli ti devi chiamare Chiellini

  9. D’accordissimo com sempreviola1. Per me Prandelli e un capitolo chiuso. Stravedo per Vincenzo e tutti i suoi giocatori. Non mi sono mai divertito tanto quantocome in queste partite fatte. In quanto a Pasqual, e la stessa questione di sempre o sei gobbo o niente. Io preferisco così il ns. Capitano deve dare tutto per i colori viola come sta dimostrando e veramente un grande e nessuno lo aveva capito fino ad ora. Bravo Vincenzo e grande Pasqual.

  10. Alessio, lascia perdere che sono decenni che non vinciamo niente.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*