Questo sito contribuisce alla audience di

Delio Rossi: “Ljajic non è più un tasto dolente. Sono legato a Lazio, Lecce, Palermo…”

A distanza di tempo è tornato a parlare Delio Rossi, il predecessore di Montella sulla panchina viola, ormai più di due anni fa. L’ex tecnico della Fiorentina è tornato a parlare anche di Ljajic a Tuttomercatoweb: “Ljajic tasto dolente? No. È un ottimo giocatore, ha dimostrato di essere all’altezza. Credo che abbia estimatori. Non so se sia in uscita o no, ma è un ottimo calciatore. Il futuro? Penso di avere le capacità e l’esperienza giusta per poter allenare in Italia e all’estero. Se devo andare in un campionato esotico tanto per, non mi sembra il caso. Mi avevano chiamato dalla Cina, ma non c’erano i presupposti. Prima avevano detto una cosa, poi me ne hanno proposto un’altra. Quando alleno mi lego alle piazze: Lazio, Lecce, Palermo, Sampdoria… Magari i risultati a volte non sono stati quelli attesi, ma mi sono legato alle piazze dove ho lavorato”. Senza voler trovare la polemica dovunque ma la mancata citazione di Firenze conferma una volta di più l’amarezza quella esperienza suscitò e suscita tutt’ora nell’allenatore romagnolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. vai a volterra delio,lì se non ti leghi te ti legano loro…

  2. Si lega alle piazze? Ma se fa vita di eremita e non frequenta le città in cui lavora, come si lega alle piazze? Quando era a Firenze non si muoveva dall’Antella, era senza la famiglia e appena poteva scappava a Roma…se legarsi alle piazze vuol dire solo arruffianarsi una parte di pubblico con qualche problema anch’essa… personaggio strano, ambiguo e fanatico…

  3. LUCA (Tifate la maglia viola)

    Anche i matti hanno diritto d’esperimersi

  4. Redazione ma perchè parlare ancora di Delio Rossi, mediocre allenatore su qualunque piazza sia andato ancora peggio su quella di Firenze dove ha confermato instabilità nervosa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*