Questo sito contribuisce alla audience di

Della Seta: “Altro che norma salva stadio della Roma, il governo ha pensato a Firenze e ai Della Valle”. Nardella intanto nicchia…

“Una rivoluzione” così l’ha chiamata il ministro dello Sport, Luca Lotti, la nuova legge sugli stadi inserita nella manovrina, nella quale sparisce il vincolo anti complessi residenziali che invece era stato inserito nel 2013. “Il provvedimento è molto chiaro, nulla da interpretare: prima c’era un vincolo sul residenziale, ora non c’è più”, commenta Roberto Della Seta, ex presidente di Legambiente e deputato del Partito Democratico, da sempre attivo sulla questione stadi. “A me pare che questa operazione non riguardi tanto il nuovo stadio della Roma (a cui lui ora sta collaborando come consulente per la certificazione ambientale per i proponenti, ndr), quanto altre città: ultimamente si è parlato di Firenze, mi vengono in mente anche i piani di Lotito per la nuova casa della Lazio che prevedevano una parte residenziale. Di sicuro in molti saranno contenti di questa legge”.

Intanto il sindaco di Firenze Dario Nardella, interpellato da IlFattoQuotidiano.it ha spiegato di essere “preso dagli impegni locali in città” e di “non aver seguito la vicenda”. Ma lo scorso 10 marzo, quando vi fu la presentazione dello stadio nuovo a Palazzo Vecchio,  Nardella sottolineò di aver saputo dal suo amico Luca Lotti che a breve ci sarebbero state modifiche importanti alla legge sugli stadi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Ah speriamo che il Lotti e i suoi compagni di merende possano alla fine godersi i frutti del loro certosino lavoro lontani dai telefoni, e che non debbano vedere quei frutti direttamente dal gabbio, darebbe certamente meno soddisfazione. L’ambiente carcerario non ha una Lega Ambiente… ma anche lì c’è sempre una parte residenziale… continua a stare lontano dai telefoni, caro Lotti.

  2. Redazione non è chiaro ,anzi molto ambiguo : è un bene o un male ??????

  3. Ma che rompino meno certi PSEUDOAMBIETALISTI dovrebbero andare a vedere approfondiatamente i PARCHI dove sono discariche…ma basta fare i PARCHINI…poi se sotto il tappeto c’è la discarica chi se ne frega. Gli stadi in ITALIA non sono a norma e OBOSOLETI E RISCHI CROLLI se troviamo privati che li fanno nuovi meglio ancora. Siamo sudici e gettiamo la sporcizia da per tutto fare i parchini serve a poco. Ma lo SMOG di FIRENZE per ostacolare le grandi opere sui trasporti fanno bene.. o per non scacciare i FENICOTTERI… lo smog FIRENZE è salutare ? Basta piove 2 goccie e si allaga tutto meno male ci sono gli ambientalisti che difendono il territorio. Ma siccome il calcio fattura e lo stato prende svariati soldi deve bruiciare anche un settore dove si investe ? Fanno gli inceneritori nel centro cittadino senza parchini.. e rompono le scatole.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*