Della Valle e i dissapori con la “minoranza”

Andrea Della Valle anche ieri è tornato a parlare del suo rapporto con i tifosi, incrinato (da parte sua) dopo il famoso striscione che recitava: “Tifosi, Mister, Giocatori facciamogli un bel dispetto: lottiamo per un sogno nonostante il loro progetto”. Da allora il patron della Fiorentina si è eclissato fino a ieri quando è tornato a parlare anche a quella che secondo lui è e resta una minoranza del tifo viola: “Spero che un giorno anche la minoranza capisca l’amore viscerale che ho nei confronti di questa squadra. Amo Firenze e la Fiorentina”. Un messaggio chiaro che però non sembra aver fatto breccia proprio in quella “minoranza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Minoranza di che? 9 su 10 delle persone con cui io parlo si sono rotte i coglioni di essere presi per il culo. La minoranza è quella che ha il coraggio di assumersi le responsabilità per le proprie parole, che protesta. Per me puoi essere ricco quanto vuoi, ma Buffone sei e buffone rimani. E le ultime dichiarazioni sulla Champion mi ricordano il peggior ceccogrullo! Compra l’ascoli e vattene giullare!

  2. Minoranza?!?! È proprio grullo…non sa nemmeno di quel che parla.

  3. Per come la vedo a Firenze gli equilibri si son ribaltati da gennaio e il trend è in crescita per chi è dellavallecritico. Fuori città probabilmente sono sempre maggioranza i Dellavallici, con picchi da maggioranza bulgara tra gli over 65. Anche comprensibilmente, i meno giovani son più “consevatori” e temono i cambiamenti.

  4. Diciamo che definire ” minoranza” e’ una ipotesi ottimistica, io faccio parte della ” minoranza” che crede che i Della Valle sono a capo di una accozzaglia di incompetenti e mi viene da ridere, quando, su questo sito, leggo che stiano facendo bene. Per fare male cosa devono combinare?
    Rendiamoci conto delle figure di m…. Che siamo andati a raccattare a giro per il mondo, degli “acquisti mirati” che ha fatto questa banda di raccattati e una volta avere preso coscienza, mi dicano , questi difensori della proprietà e dirigenza, secondo voi poteva andare peggio??

  5. Davvero ma quanto ci costa quell’esercito di dirigenti ragionieri?
    Quanto a quella che ADV chiama Maggioranza, io la chiamerei piuttosto una “Maggioranza Silenziosa ed Educata” che la pensa più o meno come la cosiddetta Minoranza che ha esposto un “Garbato Striscione di Dissenso”.
    Forse ADV non ha ben chiara la situazione, magari si è fidato dei resoconti che gli hanno fatto Gnini e Rogg.

  6. Sono anch’io del parere che dare lustro ai deficienti che vivono di illusioni danneggi la fiorentina,tutti i tifosi e anche Voi che ne scrivete per professione.Continuiamo a farci del male,se volete!

  7. Tutte chiacchere di circostanza, non cambierà mai un ….. con questa proprietà. Via dai ………. i DV

  8. La minoranza sorda e ben “allevata” da almeno un paio di “firme” di quelle che vanno per la maggiore nel ridicolo mondo dei giornalai fiorentini, fa piu’ danni della grandine non solo alla Societa’, ma anche a quella maggioranza di tifosi che invece,consci della assoluta mancanza di sostituti, si “accontentano” dei Della Valle. I Fratelli invece devono far conoscere,cosi’ come fanno con gli ingaggi dei calciatori,gli appannaggi di quella infinita schiera di Dirigenti che popolano la Societa’ e che influiscono nel far loro mettere la mani in tasca per pareggiare i bilanci.

  9. Amor ch’a nullo vinsi amar perdona? Mi colse di costui livor ‘si forte che come vedi ancor mica gli credo!

  10. O bello, minoranza un …… Visto che sei tanto innamorato della Fiorentina, comincia a contare qualcosa all’interno della tua RICCHISSIMA famiglia e vedi di BUTTARE i soldi necessari nelle casse Viola per fare una squadra da Champions e no da OTTAVO POSTO.
    In caso Contrario, PUOI STARE ZITTO perchè chi deve parlare della situazione che si è creata tra il TIFO VIOLA e LA PROPRIETA’, deve essere qualcuno che CONTA PER DAVVERO.
    Bisogna essere più concreti, parli chi CONTA no i PIVELLI.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*