Di Carmine: “Sousa mi trattava come un figlio. Avrebbe voluto che cambiassi squadra insieme a lui, poi…”

L’ex attaccante della Fiorentina ora in forza al Perugia Samuel Di Carmine si racconta all’edizione umbra de La Nazione svelando anche alcuni aneddotti su Paulo Sousa, all’epoca suo tecnico al Queens Park Rangers: “Ero uscito dalla Primavera della Fiorentina, avevo esordito in campionato e in Uefa, segnando anche un gol. Quando arrivai al Queens Park Rangers di Briatore c’erano grandi aspettative, ma per me fu l’inizio non fu facile, non riuscivo ad ambientarmi. Poi subentrò Paulo Sosa, con lui giocavo sempre, mi trattava proprio come figlio, mi allenava, mi portava a cena fuori. L’anno dopo voleva portarmi allo Swansea. Però se non facevo gol, facevano fatica a portarmi via con loro. Lo sentivo spesso fino ad un anno fa. Anche Mihajlovic, quando allenava la Fiorentina, mi considerava un attaccante forte, ma nel mio ruolo contano gol”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*