Di Chiara: “Ma possibile che a Firenze non esistano rapporti normali tra allenatori e società?”

Questa l’analisi sul momento viola da parte di Alberto Di Chiara, a Tuttomercatoweb:Fiorentina sempre più a corrente alternata. Solo contorta nelle sue vicende come al solito mal gestite. La vicenda Sousa sta infatti diventando una telenovela. Ma è mai possibile che a Firenze non ci sia un rapporto normale tra allenatori e giocatori con la società, sia contrattuale che professionale oltre che umano, basato su unità di intenti? Contratti sempre cavillosi e mai chiari, sempre con penali quasi mai rispettate, comunicazioni fuori tempo, poco filtro, nessuna connessine tra i dirigenti. Parlando di un club di calcio florido e solido sotto il profilo finanziario come quello viola, c’è da capire come si arrivi a gestire situazioni così semplici andandosi a complicare la vita e facendosi anche contestare dalla città nonostante i buoni risultati”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Tra tifosi e addetti ai lavori esistono tre categorie:
    1) quelli dotati di cervello
    2) quelli che non capiscono un c****
    3) i lecchini che fanno dichiarazioni di comodo per ambire ad un incarico lavorativo o vantaggi vari.
    Chi ha capito che DDV, ADV, GniGni rappresentano il cancro della Fiorentina (come per esempio A.Di Chiara) fa parte della prima categoria.
    Tutti gli altri si sparpagliano tra la seconda e la terza.
    Nella Fiorentina ormai è palese che il problema è rappresentato da questa Proprietà ed il suo alter ego Cognigni.
    Finché ci saranno loro non ci sarà pace e non ci saranno gioie.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*