Questo sito contribuisce alla audience di

Di Gennaro: “Borja Valero avrebbe difficoltà nel 4-2-3-1 di Pioli. Tutti i giocatori sono vendibili”

Antonio Di Gennaro, opinionista di Premium Sport, ha parlato a Radio Blu: “Nel 4-2-3-1 Borja Valero potrebbe avere qualche difficoltà di inserimento. Lo spagnolo è un giocatore che deve avere copertura in fase di interdizione, nel centrocampo a tre di Montella era il prototipo del centrocampista perfetto. Con Sousa giocava a due e infatti aveva qualche difficoltà, non potendo inserirsi molto. Nella posizione di trequartista giocherà Saponara, almeno sulla carta: Pioli si è espresso in maniera netta per il 4-2-3-1, ma negli anni alla Lazio ha giocato anche con il 4-3-3 e questo può giocare a favore di Borja Valero. Le bandiere e i giocatori simbolo non ci sono più ormai, adesso tutti i giocatori sono vendibili”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Tutti i giocatori sono vendibili…ma c’è un però…se Borja vuole rimanere, non c’è cessione che tenga

  2. Se non ci fosse saponara sarebbe ottimo anche nel 4231 che i 1n fase di non possesso si trasformerebbe in un 433 e lui e in grado anche più di saponara di aiutare il centrocampo…anche se l’ho visto fare delle ottime partite anche nel centrocampo a due perché è un giocatore universale che fa dell’intelligenza tatrica la sua dire migliore e quindi sa sempre essere al posto giusto nwl momwnto giusto, e chiaro che in quel ruolo alla lunga ha mancati poi in lucidità perché doveva coprire più zone del campo dovendo nel 343 di sousa cercare di coprire anche le fasce che con chiesa Tello e Olivera erano molto vulnerabili…uo lo vedo bene anche nel 4231 come alternativa a Saponara.. se poi c’è da giocare con il 433 non c’è ancora centrocampista migliore i di lui in Italia come terzo di centrocampo

  3. Ma quante ca….te.Questa gente parla cosi’,parla di numeri(433 oppure 4321)per distinguersi,almeno a livello di chiacchiere,dal comune mortale che legge da casa;per chi come me ha dato “qualche”calcio alla palla in gioventu’,ritiene che certe affermazioni sono fasulle il calcio non e’ un’equazione di matematica,e’ un qualcosa di molto piu’ semplice ed i protagonisti non sono calciatori di calciobalilla,fissi al loro posto,mi raccomando non ti spostare di un metro avanti e non ti spostare di un metro indietro :in questo modo il calciatore rimane soffocato dalle scemenze e dalle chiacchiere e quando scende in campo diventa tutto educatino attento a non spostarsi di quel metro di cui parlavo prima.”I sapientoni” del calcio sappiamo che nelle squadre servono giocatori capaci e non mezze tacche,comandate da un burattinaio.

  4. Hai ragione Max di Fano nel calcio contano poco i numeri una volta contava buttarla dentro…ora danno i numeri tutti i giorni nel corso di una partita ci sono allenatori che cambiano modulo anche Tre volte….quie e’ il Corvo che lo vuole cedere quel cornuto…..

  5. Chiedo agli esperti di moduli calcistici: su alcuni quotidiani leggo che Borja sarebbe perfetto per il 4231 di Spalletti, qui altri esperti dicono il modulo Pioli 4231 non è adatto allo spanognolo… Io sono all’antica, nel calcio conta la classe, l’impegno, l’amore per la maglia, il senso di appartenga alla squadra e alla città tutte qualità che Borja ha dimostrato di possedere…e poi che senso avrebbe dare via un calciatore che vuole restare e che non garantirebbe una plusvalenza salva bilanci. Sempre forza VIOLA!

  6. Il fatto che tutti i giocatori siano vendibili non significa che devono essere venduti, anche perché poi le conosciamo le ” pantegane” pescate da Corvino.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*