Di Gennaro: “Che delusione arrivare quinti! Con Montella ci eravamo abituati diversamente”

Paulo Sousa in primo piano. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Antonio Di Gennaro, ex giocatore della Fiorentina, a Radio Blu: “Arrivare quinti è una delusione perché con Montella ci si era abituati al quarto posto, e soprattutto un cammino diverso nelle coppe. Ora la Fiorentina può ripartire, consapevole degli errori fatti da gennaio in poi. Bisognerà chiarire la posizione sia di Vecino, con il Napoli che sicuramente proverà a prenderlo e Badelj. Se Giuseppe Rossi torna alla Fiorentina bisogna immediatamente definire il suo ruolo all’interno della squadra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Montella, e il bluff ormai è stato svelato, aveva una squadra nettamente superiore…

  2. Credo che Montella abbia avuto a disposizione la miglior Fiorentina dell’era Della Valle.

  3. Arrivare quinti con una squadra da settimo posto è un successo. Con Montella ci si abituava al quarto posto nella Fiorentina, altrove si lotta per non retrocedere. Montella ha fatto un buon lavoro a Firenze, così come Sousa, ma il presente di Montella è assai meno piacevole del presente di Sousa. Io non vorrei affatto abituarmi al presente di Montella…

  4. Qualcuno dovrebbe ricordare a questo “opinionista” che:

    1) Sousa, che ha indubbiamente avuto le sue grandi colpe dal Verona in poi, ha tuttavia giocato con molte delle RISERVE e dei GIOCATORI SCARTATI da Montella.
    2) In caso di vittoria (difficilissima visto l’andazzo, ma non si può escludere al cento per cento) domenica contro la Lazio, Sousa FAREBBE ESATTAMENTE LO STESSO NUMERO DI PUNTI FATTI L’ANNO SCORSO DA MONTELLA. SESSANTAQUATTRO. Il punto è che L’ANNO SCORSO C’ERA MOLTA MENO CONCORRENZA, perché oltre a Juve e Roma che si sono confermate, ANCHE NAPOLI E INTER HANNO FATTO MEGLIO della passata stagione. Il Milan si è confermato, invece, dietro di te ed anche la Lazio ha fatto peggio, ma il problema è che tu sei rimasto fermo dov’eri mentre le squadre che si sono migliorate hanno fatto molti ma molti punti più di te. E’ vero che nelle coppe hai fatto molto peggio, ma ripetere più o meno lo stesso numero di punti della passata stagione CON UNA SQUADRA NETTAMENTE INFERIORE, E PER DI PIU’ USCITA ANCORA PIU’ DEBOLE DAL MERCATO DI GENNAIO CHE AVREBBE DOVUTO POTENZIARLA IN OTTICA CHAMPIONS, è comunque un risultato più che soddisfacente.
    3) Mentre Sousa arrivava quinto a Firenze CON LE SUE RISERVE ED I SUOI SCARTI, il “grande” Montella prendeva ad inizio novembre una Samp che, con Zenga, era comunque DECIMA IN CLASSIFICA CON SEDICI PUNTI IN DODICI PARTITE (media 1,33 punti a partita). Adesso, a una giornata dalla fine, LA SAMP E’ QUINDICESIMA CON QUARANTA PUNTI IN TRENTASETTE PARTITE (ciò significa che da quando è arrivato il “genio” la Samp ha fatto VENTIQUATTRO PUNTI IN VENTICINQUE PARTI, media 0,96 punti a partita), HA PERSO 3-0 IL DERBY IN CASA E SI E’ SALVATA SOLO GRAZIE AI RISULTATI ALTRUI.

    …MA DI COSA STIAMO PARLANDO, DI GENNARO?

  5. Di Gennaro ha in parte ragione….Giova però ricordare che la squadra dello scorso anno era più forte di quella attuale, e che, al momento, Sousa ha fatto li stessi punti dell’ultima stagione di Montella

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*