Di Marzio: “Ma a che serve il ritiro al Napoli? Anzi porterà nervosismo contro la Fiorentina”

Piuttosto scettico nei confronti del ritiro napoletano l’ex tecnico partenopeo Gianni Di Marzio, che a Radio Kiss Kiss parla così della sfida con la Fiorentina: “La scelta del ritiro non serve, anzi i giocatori sono arrabbiati e potrebbero portarsi questo nervosismo anche in campo. Ma ricompattare che? Ognuno di loro ha il proprio i-pad, il proprio p.c. Sotto questo aspetto è giusto che sia un ritiro punitivo. Fiorentina? Giocano col 4-3-2-1, ma non so chi possa fare il centravanti. Se non può giocare Babacar giocherà Gomez, altrimenti Montella metterà Gilardino che avrà voglia di dimostrare le sue qualità. Salah? E’ il classico trequartista che avrebbe fatto comodo dietro a Higuain, a Napoli. Salah cerca sempre l’uno due con l’attaccante, a meno che non vada via da solo in contropiede. Se trova le difese chiuse cerca sempre il dialogo con la punta e i piedi di Higuain non sono quelli di Mario Gomez. Domani bisogna fare attenzione alle ripartenze della Fiorentina, che hanno un Salah devastante. Sono certo che la rabbia degli azzurri porterà la squadra ad attaccare, ma bisognerà gestire il nervosismo e la rabbia agonistica. Leader? Il Napoli in campo aveva Cavani e adesso Higuain, che sono leader in campo ma manca uno che comanda, uno che ha personalità, un po’ come lo era Reina“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA