Questo sito contribuisce alla audience di

Diakhatè, momento decisivo. Serve una svolta al senegalese

Arriva il momento della verità per Abdou Diakhatè; il centrocampista centrale classe ’98 della Fiorentina da tempo è stato oggetto di grandi attenzioni mediatiche, ma non si è imposto a livelli tali da effettuare un salto di qualità precoce come si poteva pensare. Diakhatè deve crescere dal punto di vista mentale in campo, e migliorare anche il livello e la continuità delle prestazioni se vuole ritagliarsi un futuro importante. Dopo 3 stagioni in Primavera è sicuramente arrivato il momento di cambiare aria. Che possa farlo con la prima squadra di Pioli? Il ragazzo sarà valutato in ritiro. In caso contrario, un altro anno in Primavera, da fuoriquota, sarebbe di poca utilità per il senegalese. Un prestito per crescere e farsi le ossa, conoscendo anche le difficoltà degli accesi campi di periferia non potrebbe invece fare che bene al giovane centrocampista viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. Tifolamagliaviola

    E’ vero gli manca un po’ d’intensita’ agonistica ma qui potrebbe migliorare. Non m’e’ piaciuto invece il suo atteggiamento in Primavera: in famiglia gli hanno detto che e’ un grande calciatore e lui si comporta come tale, ho visto che indicava costantemente i passaggi ai compagni nemmeno fosse Beckenbauer, in una squadra di professionisti dopo due giorni va a cambiarsi ai cessi

  2. il foglionco di piano di mommio

    didus,te scrivi tanto per scrivere,la dote più facile da migliorare in un calciatore è proprio l’intensità agonistica,altre doti, più specifiche, prevedono miglioramenti minori in quanto legate a fattori dipendenti dalla tipologia delle fibre muscolari e dal sistema nervoso centrale. Cognizione per fare certe affermazioni

  3. Dei ragazzi portati in ritiro purtroppo nessuno è li perché merita la prima squadra. I più talentuosi sono in prestito o non sono stati riscattati grazie al Corvo ed alle sue strane commissioni.

  4. Le ultime partite che ho visto , mi è sembrato svogliato nel primo tempo e impreciso nei lanci. Non mi sembra pronto per la a.

  5. Quasi nessuno in primavera ha intensità agonistica.. Lui Ha eleganza e tecnica fuori dal comune..
    All’arrivo di sousa sembrava già pronto per la prima squadra, forse non aveva la testa ancora.. Ora però lo vedo pronto! Se pioli ci punta può essere un’ottima risorsa..

  6. Un anno in Lega Pro a prendere calcioni e poi è pronto

  7. …ENRICO suvvia….diakhatè non ha intensità agonistica e li e’ difficile migliorare…. o ce l’hai o non ce l’hai!….certo tutto può’ cambiare pero’ peccato, sarebbe un’occasione persa……

  8. ….la vedo dura ……

  9. Io spero rimanga, se pioli lo prende nel giusto modo potrebbe fare quello scalino mentale che gli sta mancando.. Deve migliorare molto sui lanci lunghi ma per il resto tecnicamente è da prima prima squadra senza dubbi! E allenarsi in una squadra tecnica come si presume sarà la nostra (almeno rispetto a quelle di serie B dove potrebbe andare) non può che farlo migliorare..
    Io continuo a ritenerlo potenzialmente un fuoriclasse..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*