Diamanti sfida il suo passato tra rimpianti e voglia di dimostrare il suo valore

Diamanti Grande Atalanta

Non sarà una sfida come le altre quella di domani per Alessandro Diamanti, il fantasista passato all’Atalanta nella finestra di mercato di gennaio e che, lo scorso anno, ha vestito i panni della Fiorentina. 11 presenze in serie A tra il gennaio e il giugno del 2015, due sole le reti per un giocatore arrivato a Firenze con la speranza di rilanciarsi nel calcio italiano dopo la parentesi cinese ma che, complice una condizione fisica non ottimale, in viola ha raccolto assai meno di quanto previsto tanto che lo stesso Montella non lo inserì neppure nella lista Uefa (e, nonostante ciò, anche in campionato non riuscì a trovare moltissimo spazio). Un matrimonio, insomma, che non funzionò e portò la Fiorentina a non esercitare il diritto di riscatto facendolo così tornare in Cina (ma immediatamente dirottato in Inghilterra, sponda Watford). Anche in Premier il giocatore toscano non è riuscito ad incidere e così ha accettato al volo l’ipotesi Atalanta. A Bergamo sta giocando con continuità e anche domani potrebbe scendere in campo dal 1′.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*