Diego Della Valle: “Cairo è un amico ma sua offerta non congrua”

Diego Della Valle convegno

Da una parte il mondo del calcio, dall’altra quello della finanza e Diego Della Valle (proprietario della Fiorentina) e Cairo (proprietario del Torino) si sono recentemente incrociati su Rcs. Su Il Sole 24 ore si leggono delle brevi dichiarazioni di Della Valle, rilasciate a margine dell’assemblea Tod’s, in merito ad un’offerta di Cario per Rcs: “Cairo è un amico, ha fatto bene a provarci, è il suo mestiere e, quindi non la considero un’operazione ostile. Cairo fa l’editore di mestiere, si mette in discussione, investe una parte del suo capitale e se ritiene giusto tentare questa operazione ha tutta la mia comprensione. Ovviamente le operazioni possono essere tentate ma poi devono riuscire e mi pare di aver capito che il valore dell’operazione non sia congruo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Ci credo che l’offerta nn è congrua, Cairo vole pagare le azioni RCS con azioni delle sue aziende. Il nostro vole i lilleri ! Il problema è che questa operazione è messa su dalle banche (quelle che detengono il prsante debito di RCS), quindi, anche se DDV nn la trova congrua, ho l’impressione che la cosa nn sposti una virgola

  2. Credo che piu che spendere bisogna saper spendere altrimenti non ha senso.quindi bisogna avere persone competenti che sappiano sfruttare le operazioni. Inutile prendere giocatori tanto per fare numero come a gennaio.anziche prenderne 5 e funzionali forse 2, se ne prende meno ma che ci possono servire.

  3. …offerta non congrua…..come le vostre per i giocatori….

  4. Ricordati Diego…per far crescere la Fiorentina devi investire una parte del tuo capitale….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*