Diego Della Valle: “Chi ha di più deve dare di più. Noi imprenditori dobbiamo fare qualcosa per l’Italia”

Diego Della Valle grande

Diego Della Valle è sceso in campo in prima persona per aiutare le popolazioni terremotate specialmente nelle sue Marche. Il proprietario della Fiorentina ha deciso di aprire un suo stabilimento ad Arquata del Tronto e oggi ha presentato il progetto insieme al Presidente del Consiglio Matteo Renzi: “Lo stabilimento darà lavoro a centinaia di ragazzi di Arquata del Tronto. Per noi questo è il contributo a favore di chi soffre in questo momento. Mia nonna diceva: chi ha di più deve dare di più. Se noi imprenditori trovassimo il tempo per fare qualcosa per l’Italia le cose andrebbero certamente meglio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Alessandro, Toscana

    Mi rimangio tutto, sapevo che era un finanziere principalmente ma dei paradisi fiscali non sapevo nulla, altro che bravo, è uno squalo ammazza nazioni…
    Purtroppo è questa gente che controlla il mondo, dobbiamo toglierli di mezzo e ricominciare con un nuovo e meno equilibrato sistema economico!
    E ribadisco… VIA I DV, finanzieri speculatori e falsi come giuda!

  2. Sei sicuro di ciò che dici, Diego Della Valle?

    “Della Valle, tutto estero e famiglia” – Ma il polmone finanziario di uno dei re del made in Italy, quel Diego Della Valle che ha creato e lanciato le Tod’s, è tutto nei paradisi fiscali. Dove preferisce mantenere la gestione delle partecipazioni finanziarie senza dare al fisco un granchè. Nemmeno a quel fisco italiano tanto criticato dall’estabilishment finanziario attuale (appunto i Della Valle e i Montezemolo) per la generosità con cui tratta l’acquisto e la vendita delle partecipazioni. È proprio da Della Valle che iniziamo oggi una lunga inchiesta per raccontare l’origine e le fortune (e talvolta le disavventure, come vedremo) dei nuovi protagonisti dell’estabilishment italiano. I padroni dell’Italia spa. Purtroppo, e vedremo anche questo, quasi sempre con cassaforte all’estero. In Lussemburgo, in Olanda, a Madeira, in molti paradisi fiscali sparsi nel mondo…. Ma è impressionante la rilevanza che nell’affresco societario di uno dei campioni del made in Italy hanno le società con sede nei paradisi fiscali. Prima fra tutte, per importanza, quella Dorint Holding S.A. di cui abbiamo già parlato nei giorni scorsi e che ha acquistato le partecipazioni finanziarie più rilevanti proprio in Italia: quote di Bnl, Rcs mediagroup e Mediobanca. Non rientra invece in questo quadro del gruppo proprio la società più nota, anche perchè quotata in borsa: la Tod’s spa, la cui maggioranza è controllata direttamente o indirettamente proprio dalla persona fisica Diego Della Valle e da altri suoi familiari. Famiglia, amici e paradisi fiscali sono però tre filoni fondamentali della struttura del gruppo Della Valle. Che spesso e volontieri fa salire a bordo delle sue società, e talvolta divide il capitale, i più stretti famigliari e amici di vecchia data come Luigi Abete e Luca Cordero di Montezemolo (entrambi nel consiglio della Tod’s). Nei paradisi fiscali non vengono solo gestite le partecipazioni finanziarie e gli strumenti collegati, ma vengono anche accolte le ricche royalties dei marchi che non appartengono alle società, ma direttamente alle persone fisiche Della Valle. L’ultimo, quello francese Roger Vivier, è stato ceduto per la commercializzazione alla Tod’s, ma i proventi vanno alla Gousson Lda, società di Della Valle situata nell’isola di Madeira (Portogallo). Nella quotata Tod’s (la cui gestione quindi riguarda anche soci terzi, magari piccoli sottoscrittori), la famiglia ha in mano gran parte dei servizi correlati. I servizi pubblicitari sono assicurati alla Forma pura srl del figlio di Diego, Emanuele Della Valle. I servizi di vigilanza sono affidati alla Sesic srl, anche essa della famiglia Della Valle. Perfino un immobile dei Della Valle a Saint Tropez risulta detenuto dalla Tod’s «a titolo di locazione ordinaria». (Fonte: Il Tempo, 26/8/2005)

  3. Sarebbe l’ora…

  4. Alessandro, Toscana

    Per una volta sono d’accordo con DDV, di solito chi ha i soldi ne vuole sempre di più e spende sempre di meno. E così si impoverisce sempre di più la popolazione, la classe media, e sempre meno gente può mantenersi e formare anche una famiglia.
    Per una volta bravo a DDV, da domani si critica di nuovo, o torni a fare il proprietario oppure vendi e fallo fare a qualcuno che possa essere più presente, senza cani da guardia tipo GNIGNI.
    Forza Viola Sempre!!!!

  5. Oggi Diego va plaudito, da domani, visto come tratta la Viola, riprenderò a criticarlo…..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*