Diego Della Valle: “Primo posto? E’ dove dobbiamo stare. Sugli investimenti a gennaio fate fare alla società”

Presente anche Diego Della Valle, che commenta così il pareggio contro l’Empoli: “Contento della rimonta, bellissimo secondo tempo. La squadra ha mostrato una bella grinta, ha giocato bene anche l’Empoli e ora guardiamo alla prossima. Primo posto fa sognare? E’ dove dobbiamo stare, nessun sogno, tutta realtà. Vedo una squadra che gioca bene, allenata bene e con dei ragazzi che vanno d’accordo. Investimenti a gennaio? Fate fare alla società, che come vedete lavora bene. Imitazione di Crozza? Ne ho visto un pezzetto, Crozza mi fa sempre ridere per cui arrabbiare non mi ha fatto di sicuro”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Mi auguro che i fratelli Tod’s abbiano capito che quest’anno a gennaio non possono fare i braccini corti bisogno portare a Firenze almeno tre elementi che ci facciano stare in alta classifica bisogna investire è inutile fare i taccagni

  2. Purtroppo Babacar e Suarez fanno fatica. Il secondo soprattutto ho paura che non si sia ambientato e che difficilmente ormai lo farà. A Gennaio valuterei davvero di cederlo e prendere qualcun altro all’altezza perché se si fanno male Vecino r Badelj lì in mezzo ora come ora è dura!

  3. Per vedere come si intende di calcio oggi nelle interviste diceva in pratica “sono contento di essere arrivato uno” come i ciclisti dell’eroica. Non lo hanno informato che l’Inter avrebbe giocato nella serata e che vi era il rischio anzi le quasi certezza di perderlo. Difatti improvvisamente siamo diventati… terzi. Buono per le interviste in tv (prima della Gruber) non ha vinto nulla in 14 anni a Firenze e poi va a fare le bucce agli altri se non raggiunmgono i risultati dichiarati. E lui??

  4. supercannabilover

    Una delle persone più ricche d’italia che vende i migliori per la plusvalenza del suo portafogli, bravo nel farci stare nella parte alta della classifica per avere una vetrina migliore per le cessioni ma per le ambizioni del tifoso che vuole almeno provare ad ambire ad un trofeo è un presidente come un altro

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*