Diks: “Mi è venuto il mal di testa per tutto quello che ho dovuto imparare alla Fiorentina. Ma sette minuti in campo…”

L'esterno Diks nel ritiro di Moena. Foto: S.D.C./Fiorentinanews.com

E’ stato uno degli acquisti più dispendiosi dell’ultimo (parco) mercato della Fiorentina, Kevin Diks. Eppure il giovane terzino destro olandese non è che si sia visto molto: “Finora ho giocato sette minuti – ha detto Diks al portale olandese NOS – Che non è proprio quello che avevo sperato, ma nella mia mente so ancora di non essere pronto. Venire in Italia è stato un grande passo. La gente si sbaglia se pensa che la Serie A sia di livello inferiore rispetto alla Premier League, perché mi è venuto il mal di testa per tutto quello che ho dovuto imparare all’inizio, quando ho firmato per la Fiorentina. Futuro? C’è ancora un po’ di tempo prima della sosta invernale, voglio vedere se e quanto potrò giocare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. L’ho visto un paio di volte in Primavera e mi è sembrato molto più pronto degli altri coetanei. Non è male in fase di spinta e, per la Primavera, non sembra male nemmeno in fase difensiva. Io lo proverei per qualche partita davanti a Salcedo, sulla destra, può essere una soluzione se si ha bisogno di giocatori che spingano e defendano. Altrimenti lo presterei, a Gennaio, magari ad una di B che sta nella parte alta della classifica.

  2. Ci può stare non essere pronti subito, specie se si cambia campionato e nazione a 19 anni.
    Pare abbia la testa giusta.
    Chiaramente se non gioca proprio mai a Gennaio può essergli utile un prestito. In Italia però, sennò non serve.

  3. Uno che fa una dichiarazione del genere è sicuramente una persona intelligente…complimenti…adesso capiterà l’occasione di mettersi in mostra e già ho simpatia..VIA SOUSA SUBITO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*