Dimmi cosa vuoi e ti dirò chi allenerai

Sousa e Zarate esultano dopo un gol. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Più che la settimana che ci conduce a Fiorentina-Palermo, questa è la settimana che ci porta dritti, dritti verso il faccia a faccia tra Andrea Della Valle e Paulo Sousa. Dimmi cosa vuoi e ti dirò chi allenerai, giusto una frase per chiarire meglio il concetto. I due hanno bisogno di chiarirsi dopo settimane di frasi indirizzate l’uno all’altro, ma sempre per interposte persone. ADV non potrà che ribadire il concetto espresso anche pubblicamente di voler andare avanti con il portoghese, mentre Sousa, dal canto suo, chiede uno scatto in avanti alla società, ma più che tecnico, di organizzazione e manageriale, perché non vuol ritrovarsi, per esempio, ad avere un difensore, se serve, l’ultimo giorno di mercato e per di più rotto. Situazione ovviamente apertissima a qualsiasi conclusione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. o interviene Diego a sistemare ed organizzare la direzione tecnica o tutto rimane come è oggi e Sousa chiederà di andare via. Spero di non assistere alla solita telenovela con avvocati e decisioni rimandate all’ultimo momento. La maggior parte delle altre società si sono già mosse nel mercato e non vorrei assistere agli acquisti dell’ultimo giorno . Spero che intervenga Diego e cacci la maggior parte dei ns. dirigenti .

  2. Con tutto il rispetto: ormai si è capito che l’asse decisionale della società non include Andrea. Decide Diego e il minore si adegua. Per cui quando sento parlare di questi incontri capisco che non porteranno ad alcun risultato. La società fa quello che le pare. Punto! Ma ci siamo scordati di quanto hanno venduto Savio all’insaputa di un infuriato Sousa? Da noi, purtroppo, le cose funzionano così, per cui non ci resta che bere o affogare.

  3. Fradiavolo ha ragione, c’è estremamente bisogno di radicale rifondazione, in primis epurare l’80% della rosa calciatori, via almeno 4 dirigenti, ma il problema che rimane e’ sempre questa indisponibilità economica che unitamente al pensiero della proprietà ha bloccato e bloccherà ogni velleità di cambiamento.

  4. Se fossero veramente queste le richieste non ci dovrebbe essere neanche l’incontro, dovrebbe essere ADV a chiamare i propri dirigenti e svegliarli un po; la mia paura è che anche lui dormicchia e non riesca a organizzare una società di calcio a dovere.

  5. Mi modesto parere più che cambiare l’allenatore bisognerebbe cambiare i giocatori fosse per me tolti Gonzalo Astori Valero Vecino Bernardeschi il resto li cederei tutti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*