Distratto!

Kalinic in azione. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Bravo, perché nell’arco di pochi mesi un giocatore non può certo imbrocchirsi, specie se ha buone-ottime basi di partenza. Sfortunato, magari sì, ma fino ad un certo punto anche perché se non la metti dentro nemmeno da cinque metri dalla porta ti puoi appellare poco alla malasorte. Poco servito dai compagni, che nelle prime partite di campionato e due di coppa non è che abbiano scialato in fatto di assistenza al proprio centravanti, ma le occasioni in senso assoluto non è che siano mancate. E allora qual è il ‘male’ di Nikola Kalinic? Preferiamo optare per la distrazione. Distratto, ovviamente, da un’estate in cui sono balenate grandi cifre intorno al suo nome, con offerte da parte del Napoli e dell’Everton, rispettivamente da 25 e 30 milioni di euro per il suo cartellino (senza parlare di quelle per l’ingaggio). Quando succede questo, e magari hai fatto anche un pensiero, sia pur momentaneo, ad andartene, scatta sempre qualcosa nella mente che ti blocca per un po’.

Adesso però è anche il momento che questa ‘distrazione’ rientri. Quei mesi ormai sono passati e la tua realtà si chiama Fiorentina da qui fino alla fine della stagione. Quella stessa Fiorentina che ha bisogno dei gol dell’ex Dnipro, così come di quelli dei suoi compagni. Una Fiorentina che annaspa quando c’è da buttare dentro la palla, che ha bisogno assoluto di punti in campionato e di una vittoria che dia morale e indirizzi al meglio il girone di Europa League. Capito, caro Nikola?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Qui hanno tutti la testa a tutto meno che al campo. Su questo tutti colpevoli.

  2. Ma pensate che ci siano state davvero offerte per quelle cifre , ne dubito, a 30 milioni Cognigni avrebbe cominciato a sbavare come un boxer.
    Ripeto Kalinic comprato a 28 anni per 4,5 milioni………..e quello vale !!

  3. Limitato, egoista e sempre in ritardo sulla palla…Incompetente Sousa premia il suo impegno settimanale in allenamento ma se la sua prestazione è sempre abbondantemente sotto la sufficienza!….

  4. Lo spalatore di Gubbio

    La società davanti a quelle cifre faceva bene a venderlo. Se è distratto che si dia una smossa perchè non si può aspettare la gente all’infinito

  5. Michele da Milano

    Più che distratto direi che è semplicemente questo. Storicamente non è mai stato uno che ha fatto caterva di reti. La prima parte della scorsa stagione è stata una piacevole eccezione ma ormai…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*