Questo sito contribuisce alla audience di

Dodicesima vittoria consecutiva per il Chelsea di Alonso. Ranieri cade in casa, lo United…

Dodicesima vittoria di fila in campionato, il Chelsea di Marcos Alonso continua a volare in campionato e a legittimare la prima posizione in classifica. Nella giornata del Boxing Day, i Blues si impongono a Stamford Bridge contro il Bournemouth per 3-0 grazie alla doppietta di Pedro e al sigillo di Hazard: l’ex terzino della Fiorentina gioca tutta la partita, confermandosi come una pedina importante all’interno dello scacchiere di Antonio Conte. Il Leicester di Ranieri cade malamente in casa contro l’Everton: decidono le reti di Mirallas e Lukaku. Mourinho invece può festeggiare la vittoria del suo Manchester United, che si impone a Old Trafford contro il Sunderland per 3-1: a segno Blind, Ibrahimovic, Mkhitaryan, il gol della bandiera per gli ospiti lo firma l’italiano Borini.

In classifica il Chelsea si porta a 46 punti, a +9 su Arsenal e Liverpool anche se i Reds di Klopp hanno una partita in meno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Infatti GIANNI se tu leggessi bene il mio commento vedresti che io non ho scritto che l’articolo è fatto male,ma semplicemente che il titolo dà adito a pensare che questa squadra sia trascinata da Alonso. “Decima vittoria per il Chelsea di Alonso”,il che è roba da comica.

  2. Però non si può dire che non gli ha portato bene.
    Alonso la prima da titolare l’ ha giocata proprio 12 gare fa e da allora non l’ ha più tolto.
    Ovvio che non le ha vinte tutte x alonso e nessuno dice che non lo dovevano vendere ;a limite sarebbe stato carino investire almeno una parte di quanto entrato ad esempio per terzino destro che manca da 5 anni o per altro, esigenze non mancavano e neanche i quattrini venduto Alonso ma va così come con Cuadrado.
    Riguardo all’ apporto di Alonso cmq é stato importante si come lo é stato Mosis inventato terzino/esterno destro proprio ove fa quello che fa Alonso a sinistra. Entrambi stanno facendo benissimo ad hanno dato un equilibrio al chelsea. Equilibrio che nel primo mese era mancato tanto e vero che parlavano di esonero di Conte e tanti divmcevani che Alonso era stato preso x la tribuna, che non avrebbe giocato mai etc ma Conte non ci pensa proprio a toglierlo e il campo gli da ragione.
    Ma é meglio pensare alla viola , però inutile deridera alonso che sta facendo il suo e anche qui lo faceva altrimenti tutte le critiche x mimic non ci stavano

  3. Se lei legge bene l’articolo non c’è scritto che il Chelsea non può fare a meno di Alonso, è che ora è entrato a far parte di uno scacchiere che sicuramente Conte non cambierà

  4. Non dico che vogliate aizzare le menti deboli con questi titoli,però ci andate molto vicini. Voglio dire che la Fiorentina di Batistuta era quella con Bati trascinatore e condottiero della squadra,così era per la Juve di Del Piero,la Roma di Totti,il Napoli di Maradona etc…. Ma Alonso ragazzi,mi scappa da ridere. Ho visto almeno quattro partite del Chelsea e non è certo il Chelsea di Alonso,visto che lui è un semplice comprimario,uno che se gioca o meno non fa alcuna differenza. Sta giocando benino,Conte lo conosceva e quindi ha avuto anche vita facile nel capire i suoi schemi etc….,ma il Chelsea senza Hazard,oppure senza Diego Costa,o magari senza William potrebbe avere dei problemini a stare ad alti livelli,ma senza Alonso!!! Ma per favore via,siate seri.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*