Questo sito contribuisce alla audience di

Donadoni: “Questi rigori dati all’Inter li devono dare a tutti, ci sentiamo derubati”

Il tecnico del Bologna Roberto Donadoni non ci sta e sbotta sul penalty assegnato all’Inter che è valso il pari nerazzurro: “La mia speranza è che in futuro un episodio del genere venga valutato così anche in nostro favore contro squadre blasonate: servirebbe uniformità. Sull’inizio dell’azione si vede come Mbaye sia un po’ sbilanciato, non so se questo rigore sia davvero netto come può sembrare. Ci sentiamo derubati dal punto di vista del risultato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Una volta al limite si pensava ..non lo ha visto..oppure lo ha valutato male..adesso che si può dire che lo guardano in tre con moviola e fermo immagine..una porcata ..FV

  2. Da oggi diremo:” Rigore per l’Inda”, e il bello è che quel simpaticone di Spalletti definisce il rigore sacrosanto, comunque vuol dire che il Var è interista.

  3. Tifolamagliaviola

    Una volta si diceva: “cosi’ si falsa il campionato” …. simulazione di Eder vergognosa

  4. Scusate, forse non avete ancora capito, non è il var che decide, ma l’arbitro che guarda la var, quindi non è cambiato niente, le solite squadre saranno favorite.

  5. Imparano in fretta a rubare.

  6. Quest’anno, nonostante il VAR, l’Inter sta rubando praticamente tutte le partite che gioca.

  7. Questo è l’anno dell’ Inter, quel rigore li fosse avvenuto nell’ area del Bologna col c…o glielo avrebbero dato. Un po quello che successe quando giocammo a Milano, stesso fallo 2 valutazioni diverse.

  8. Arbitro totalmente inadeguato. Forse Rizzoli lo ha designato apposta perché, lui bolognese, non voleva far pensare di essere di parte.

  9. VAR SPUDORATO A FAVORE INTER !!!!!!!!!! TAVECCHIO deve CREARE LA CONCORRENZA ALLA JUVENTUS altrimenti il nostro campionato non è vendibile !!!!!!!!!!!!!!!!!! VEDI FAIR PLAY FINANZIARIO MILANESI !!!!!!11

  10. Purtroppo continueranno a dare I rigori solite squadre

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*