DRAGOWSKI E TUTTI I RETROSCENA DI UNA TRATTATIVA PARTICOLARE. SALCEDO HA QUALITA’ CHE NON SI VEDONO SPESSO

Salcedo è un giocatore che ha delle qualità che in questo calcio si vedono poco spesso: è difensore vero, proprio di espressione calcistica, è formato come difensore. Nella Fiorentina, sia sul centrodestra che sinistra può trovare collocazione, è molto freddo. Sousa lo sta italianizzando e controllando bene. Ha giocato solo una partita in Serie A, quindi si tratta di prime impressioni, andrà visto sulla continuità e in partite più impegnative, ma ha caratteristiche importanti, che potranno emergere con prepotenza.
Un ragazzo che invece ancora non abbiamo visto all’opera è Dragowski; il portierino polacco è seguito da Corvino da quando il ds era a Bologna, e voleva portarlo lì, non gli fu concesso di fare l’operazione. Lo ha portato alla Fiorentina a cifre che possono sorprendere, ma Pantaleo crede fortemente nel ragazzo. E’ stata una trattativa strana, in cui c’è stato nelle ultime ore prima della firma un forte inserimento di società di buon livello che ha fatto sì che il prezzo sia lievitato. Corvino ha voluto anticipare la concorrenza, ragionando da un punto di vista tecnico; magari lui pensava anche che il ragazzo potesse divenire titolare, si parlava di una partenza di Lezzerini, che però piace molto a Sousa, ed è rimasto. Aggiungiamo poi che la questione dei portieri viola è sempre stata molto discussa. Il giocatore per ora non ha saputo allinearsi alla fiducia, non ha convinto il mister, che lo ha evidentemente accantonato. Non escluderei quindi a Gennaio un possibile prestito per lui.
Con l’Udinese si è rivisto invece Federico Chiesa: il pensiero di Sousa sul calciatore si è capito subito, non è casuale il debutto allo Juventus Stadium. Ragazzo da inquadrare a livello tattico, ha gambe forti, rapido e potente. A livello di temperamento va scoperto, ma come basi calcistiche penso che su di lui non si possa dubitare. Deve crescere nel tiro in porta; Sousa deve saper usare questo anno per dare minutaggio al ragazzo, e lavorare nel quotidiano in modo maturo, per renderlo l’anno prossimo a tutti gli effetti un componente importante della rosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Il nostro allenatore non ha eguali nel rovinare ed eliminare giocatori, vedi Pepito, il portiere Drago ed altri. Zarate un altro scomparso , Suarez lo scorso anno, è testone rigido e permaloso il portoghese, ma abbiamo lui…….

  2. michele sozio,

    Concordo, Drakowski va fatto giocare, cosi come Hagi e Diakate almeno provarli in partite meno impegnative, altrimenti non crescono mai.

  3. Per ora il grande “mistero”è Diks. Per Dragowski e Chiesa le aspettative sono più concrete mentre Olivera e Cristoforo si stanno inserendo come Salcedo Matic e Sanchez. Certo tutte le scommesse non diverranno realta’ aktrimenti la campagna Corviniaba sarebbe da 10 e lode. È Toledo per ora il vero punto interrogativo specialmente se fosse riscattabile per 30 ml€ cifra impensabile per la Viola,il campionato italiano e l’economia calcistica in generale…….a me sembra il Rinaldini del tempo che fù,mandato a Firenze dall’Argentina dallo stesso prete che ci inviò,immenso dono, Angel Miguel Montuori.

  4. Dare spazio a brovarone… che é una banderuola che gira a seconda di come tira il vento… boh…

  5. D’accordo su Salcedo e Chiesa due ragazzi che la prossima stagione saranno titolari, non penso che Dragowski vada dato in prestito a gennaio ma fatto giocare gradatamente magari in coppa Italia o anche qualche partita in campionato

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*