Dramè andava espulso. Babacar protesta come un ossesso…per un fallo di mano fuori area

Babacar cerca di prendere palla a De Rossi. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
Babacar cerca di prendere palla a De Rossi. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Due gli episodi principali da moviola in Fiorentina-Atalanta. Andando in ordine temporale, nelle prime fasi della gara troviamo Babacar che protesta come un ossesso per un fallo di mano di Toloi, che c’è, ma che avviene fuori dall’area di rigore e non dentro l’area come riteneva l’attaccante. Nella ripresa invece Damato grazia letteralmente Dramè. Il giocatore dell’Atalanta, già ammonito, rifila un calcione da dietro a Borja Valero. A termini di regolamento ci sta, eccome, un altro cartellino giallo, ma il direttore di gara decide di soprassedere e non interviene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Riguardo l’arbitraggio c’è un altro aspetto che forse a molti è sfuggito:
    Vecino, appena entrato, ha commesso il primo fallo ed è stato subito ammonito, un fallo come se ne vedono molti in una partita ma se fosse stato commesso da giocatori di juve o milan mai sarebbe stato oggetto di ammonizione. Meditare…. Gli arbitri con noi sono molto meno indulgenti.

  2. Se è vero che Damato ha dato vantaggio su quel calcione rifilato da Dramè a Borja si tratta di un errore gravissimo: non è possibile applicare il vantaggio in caso di secondo giallo, può essere dato solo nel caso di chiara occasione da gol. Evidentemente ha dato vantaggio ritenendo il fallo non punibile con il giallo. A torto in questo caso, visto i numerosi cartellini gialli dati durante la partita per falli anche meno imprudenti di questo.
    In ogni caso mi è sembrata una direzione parecchio incerta, a volte fischiava i falli in ritardo che nemmeno gli arbitri di terza categoria…

  3. Babacar invece di fermarsi se l’arbitro non fischia bisogna proseguire. Cari della valle farsi sentire perché ora basta con gli errori a nostro sfavore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*