Due mondi opposti

L'allenatore Paulo Sousa in primo piano. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Campionato e coppa, Italia e Europa: ci sono state, fino ad ora, due tipi di Fiorentina in questa stagione. Quella spenta e inconcludente che in Serie A è ferma a nove punti in sette partite e che nell’ultima giornata di campionato contro l’Atalanta non è andata oltre uno scialbo 0-0 al Franchi e quella che in Europa League ha ipotecato la qualificazione con sette punti in tre partite. Sembrano due squadre diverse: basta pensare che in campionato la Fiorentina ha segnato sei gol in sette partite, mentre in Europa sono ben otto i gol segnati in tre partite. Probabilmente il livello delle avversarie europee non è comparabile a quello delle italiane, ma resta il fatto che la Fiorentina ammirata in Europa è diversa da quella vista in Italia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Si sta facendo come la Lazio dell’anno scorso, un campionato penoso e una buona Europa fino a che anche a noi non ci butteranno fuori. Dopodichè resteremo con un pungo di mosche.

  2. Ma che scoperta!non c è paragone fra la seie A e le squadre incontrate fin ora in Europa League.il Liberech corrisponde a una nostra squaydi serie B o C

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*