Due sostituzioni che fanno discutere e non poco!

Tello in azione contro la Roma. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Ma la Fiorentina ha fatto davvero tutto per cercare di rimontare il Milan? L’indomani della gara di San Siro resta questo dubbio sullo sfondo. Le sostituzioni di Paulo Sousa non hanno convinto e i nostri lettori lo hanno spesso sottolineato nei loro commenti.

Scendendo nel particolare: al 71′ il portoghese ha tolto Chiesa per far entrare Tello. “Aveva un risentimento muscolare, lui è stupendo e non si vorrebbe mai fermare ma abbiamo preferito essere prudenti: non ci possiamo permettere di perderlo”. Questa la giustificazione data nel dopogara dallo stesso Sousa. Ovviamente contraddire il portoghese è un affare difficile, solo che guardando la partita dal campo o in TV nessuno si è accorto di questo presunto risentimento. Ma concettualmente uno si aspettava una mossa meno prudente di questa, magari con Tello inserito al posto di Salcedo o Sanchez, passando ad una difesa a tre e con due cursori più offensivi sulle fasce. Con questa frase Sousa ci ha fatto comunque capire che l’Europa League è l’obiettivo che conta di più nella sua testa.

Ci sono voluti poi 80 minuti per togliere un evanescente Ilicic per far posto a Saponara, che pure aveva già dato segnali di esserci all’esordio in maglia viola fatto con l’Udinese. in dieci minuti però sono in pochi a potersi esprimere al meglio e risultare subito incisivi. Un cambio sicuramente tardivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

23 commenti

  1. il foglionco di piano di mommio

    Scusa Walter,per non aver intuito il senso ironico del commento.A dire il vero il sospetto mi era venuto,ma la frase mi appariva un po troppo categorica

  2. SOUSA ormai è bollito non ne prende una e vuole fare il protagonista……….nella sua follia almeno quando siamo sotto di un gol provare le 2 punte?
    Babacar(giocatore modesto) perché non l ha fatto entrare almeno gli ultimi 20 minuti togliendo un difensore visto che il Milan non superava la metà campo?

  3. Avete tutti ragione… un pochino ciascuno.
    Però la verità questa volta non è nel mezzo.
    La Viola quest’anno non è pervenuta. La colpa di Sousa di Corvino e della proprietà. Scegliete le percentuali ma il risultato non cambia. Chi ama il bel calcio e la Viola è deluso a bestia.
    Qualcuno inizi a pensare al prossimo anno. Uno può andar male….. due…… è diabolico e inaccettabile. Signori Della Valle avete il dovere di difendere una vostra creatura che rappresenta per molti di noi una delle poche soddisfazioni della vita. RIPORTATECI A SOGNARE IL POPOLO E LA CITTÀ LO MERITANO.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*