Due vittorie e un pareggio in una settimana. Ma questa Fiorentina convince?

Foto: Subbiani/Fiorentinanews.com

Questa settimana si era aperta con la vittoria della Fiorentina su Cagliari per 3-5 poi l’infrasettimanale che aveva riportato dubbi in casa viola con il deludente pareggio contro il Crotone il casa e infine sabato con un’altra vittoria esterna della Fiorentina firmata da Kalinic, i viola hanno chiuso 7 giorni molto intensi. Dunque 3 partite in una settimana, due vittorie ed un pareggio ma questa squadra ancora lascia qualche dubbio, qualche domanda in sospeso a partire dalla famosa intensità chiesta da Sousa che va a tratti e che soprattutto va scemando con il passare dei minuti. Sette punti in 3 partite con il rammarico della partita contro il Crotone, ma questa è una Fiorentina che convince? Questa squadra si può dire guarita?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

30 commenti

  1. Fabio Bianchini

    Secondo me abbiamo una discreta squadra, non da primi tre posti, però azzeccando ogni tanto una formazione possiamo fare bene. I nuovi non sono malaccio e direi che siamo coperti in tutti i ruoli. Riguardo l’ultima settimana due vittorie fuori casa sono un buon segno, rimane l’amaro in bocca per il pareggio casalingo ma onestamente è stata una partita particolare data la quantità di pioggia sotto la quale è stata giocata; non a caso i due gol segnati sono stati frutto di due papere e alla fine voglio pensare che sia stato un punto guadagnato visto che eravamo sotto a pochi minuti dalla fine. Ecco, se anche il nostro allenatore ogni tanto infondesse positività nei suoi giocatori e in tutto l’ambiente, invece di piagnucolare continuamente, tanto male non farebbe.

  2. Strana Firenze..basta una vittoria di misura su rigore contro una squadra modesta e in dieci che rinasce il sorriso…FATE come volete io continuo a contestare la società è l’allenatore e anche quei 5o6 giocatori che camminano in campo..e comunque non arriviamo tra le prime otto ..FORZA VIOLA

  3. Sì mi convince e andremo sempre meglio. ..
    perché berna e kalinic hanno iniziato ora ad ingranare…poi toccherà a tello zarate ecc.
    ci divertiamo anche quest’anno! basta criticare. ..

  4. Facciamo anche a marzo vai.

  5. Non siamo né brocchi ne fenomeni Sousa, se elimina le sue fisime, potrebbe aggiustare la squadra togliendo il lentissimo Badelj e mettendo Sanchez. Un centrocampo Sanchez Vecino e Borja Valero è senz’altro competitivo. Il campionato è lungo e a gennaio come sempre sapremo chi siamo.

  6. Abbiamo la seconda miglior difesa. Questo significa molto in prospettiva. Adesso come adesso lascia il tempo che trova naturalmente. Ogni classifica attuale non ha nessun valore.

  7. certo… che vedendo ieri sera la partita dell’inter a marassi… mi sento quasi rinascere. Raramente ho visto una squadra così demenziale . Il milan a firenze fece catenaccio ed anche se ha un buon vantaggio non credo sia irraggiungibile. La lazio…bo…non credo sia una accozzaglia di fenomeni . Ha gente buona affiancata da gente scarsa… un pò come noi probabilmente. nettamente superiori a noi vedo le due squadre che mi stanno sugli zibidei ( non le nomino nemmeno ) ed anche il napoli anche se lì mi sembra ci siano problemi grossi, anche di spogliatoio probabilmente ma non solo. Insomma… il campionato fa veramente pena, noi pure ovviamente… però qualche speranza di risalire qualche gradino c’è. ho usato la parola speranza… certezze non abitano qui.

  8. Io sono sempre dell’opinione che siamo una squadra in evoluzione….piano piano stiamo migliorando e anche la classifica si sta’ aggiustando….le rivali ( tolta la Juve ovviamente) non sono ad anni luce da noi anzi( l’Inter e’ già peggio di noi,Roma e Napoli non sono costanti, e il Milan non credo regga tutto l’anno così come la Lazio…). Non saremo uno squadrone ok, ma non siamo neanche la squadra così mediocre come viene dipinta da molti pseudotifosi( che non erano contenti neanche quando eravamo primi l’anno scorso ) .diamo fiducia a questi ragazzi e a Sousa perché il potenziale x fare bene c’è.sfv.

  9. Spfl@optonline.net

    Franko48 ma vaia vaia

  10. Ormai i calciatori si limitano a fare quello che gli dice l’allenatore, perché se fai di testa tua (Zarate) non giochi mai, gioca chi fa il compitino (Tello) non importa se fai cagare,,,,,, questo per dire che quello che non convince è chi muove le pedine, con le sue fisse. Adesso la vittoria di Bologna coprirà le magagne fino alla prossima delusione casalinga, (occhio alla Sampdoria, stasera li ho visti bene). Il filosofo portoghese mi sembra un po’ confuso. Gente fuori forma e demotivata in campo, mai che si rischi un giovane, speriamo che se ne vada presto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*